UE: più tutela per le aziende nelle dispute contro Google

di

Secondo quanto riportato dal Financial Times, l'Unione Europea potrebbe presto richiedere a Google ed altri motori di ricerca di fornire maggiori informazioni sui loro algoritmi di classificazione e creare un processo di reclamo per coloro che ritengono di essere stati indebitamente retrocessi nei risultati di ricerca.

Tale proposta è stata presentata al fine di livellare le eventuali dispute tra i giganti tecnologici e le piccole imprese, che secondo i commissari potrebbero temere di opporsi alle grosse compagnie.

La Commissione Europea, nella fattispecie, ha in programma di regolamentare i "servizi di intermediazione online", per assicurarsi che non abusino della loro posizione dominante. Non è del tutto chiaro in che modo la Commissione abbia intenzione di regolamentare questi servizi, ma apparentemente inizialmente dovrebbe concentrarsi ulteriormente su aziende come Apple ed Amazon, che lavorano con sviluppatori ed aziende attraverso i loro negozi, ma dovrebbe presto espandersi anche ai motori di ricerca.

I responsabili europei vogliono trovare un modo per impedire che questi giganti della tecnologia possano porre in atto condizioni commerciali sleali sulle società con cui lavorano, piuttosto che lasciare le decisioni politiche ai singoli stati membri. Aziende come Apple e Google potrebbero detenere un "potere contrattuale superiore ai loro utenti aziendali", secondo la bozza, ed è proprio per questo che le autorità europee vogliono porre in atto più limiti per evitare ciò.

Se la bozza dovesse essere approvata, i motori di ricerca potrebbero essere costretti a fornire maggiori informazioni ed essere trasparenti riguardo i loro algoritmi di posizionamento, e rivelare se sia possibile pagare per ottenere una posizione più elevata. Nel caso in cui il motore di ricerca dovesse rimuovere un'azienda dai risultati, la compagnia potrebbe essere anche costretta a fornire delle chiare motivazioni alla società interessata.

Lo scorso anno, a seguito di un'indagine aperta dall'antitrust e durata sette anni, la Commissione Europea ha multato per 2,4 miliardi di Euro Google per abuso di posizione dominante.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
1