UE in pressing su Google: chiesta l'eliminazione di Russia Today dai risultati di ricerca

UE in pressing su Google: chiesta l'eliminazione di Russia Today dai risultati di ricerca
di

L’Unione Europea continua il pressing sulle società tech per bloccare la propaganda e disinformazione russa. Secondo quanto emerso, il Vecchio Continente avrebbe chiesto a Google di rimuovere Russia Today dai risultati del motore di ricerca.

La richiesta sarebbe arrivata dopo la decisione presa dalla Commissione Europea la scorsa settimana, che ha reso illegali le trasmissioni di Russia Today, in quanto si tratta di un’agenzia d’informazione sostenuta dal Cremlino che secondo la Commissione potrebbe favorire la propaganda.

Sulla scia di tali richieste, i principali social network come Facebook, Twitter, TikTok e YouTube hanno bloccato gli account dei media russi in Europa, come Russia Today e Sputnik.

A quanto pare però nel caso dei motore di ricerca l’UE si sarebbe spinta oltre e come dimostrato da un documento caricato da Google sul database Lumen, l’ordine si applica non solo agli account dei social media delle due agenzie di stampana anche a qualsiasi individuo che condivide un contenuto.

I fornitori di servizi di ricerca su Internet devono assicurarsi che qualsiasi collegamento ai siti Internet di RT e Sputnik e qualsiasi contenuto di RT e Sputnik, comprese brevi descrizioni testuali, elementi visivi e collegamenti ai siti Web corrispondenti non appaiano nel risultati di ricerca forniti agli utenti che si trovano nell’UE” si legge nella nota.

Russia Today e Sputnik sono state anche rimosse dall’app store di iOS da Apple, il giorno dopo che il colosso di Cupertino ha bloccato le vendite in Russia.

Quanto è interessante?
6