La UEFA vuole il suo Netflix per trasmettere le partite di Champions?

La UEFA vuole il suo Netflix per trasmettere le partite di Champions?
di

Secondo alcune indiscrezioni riportate dal Financial Times, la UEFA starebbe vagliando l'idea di lanciare un proprio servizio di streaming in stile Netflix, per la trasmissione delle partite di Champions League. La notizia arriva mentre il massimo organismo europeo del mondo del calcio sta ritrattando i diritti tv per il triennio 21-24.

Allo stato attuale solo CBS e BT hanno acquisito i diritti, ecco perchè la UEFA potrebbe decidere di modificare il proprio approccio.

Il segretario generale dell'UEFA, Theodore Theodoridis, ha affermato che i dirigenti stanno anche valutando la possibilità di ritirare la vendita dei diritti da alcuni mercati, per offrire agli utenti la possibilità di fruire delle partite tramite un servizio online, magari modificando Uefa.tv.

Qualora il servizio dovesse vedere la luce, potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione per il mondo calcistico, ed andrebbe a modificare anche il modello di vendita dei diritti televisivi rispetto a quello attuale. Theorodoridis però al momento ha allontano facili entusiasmi ed ha spiegato che la UEFA ha preso in considerazione l'idea solo per non farsi trovare impreparata.

E' chiaro però che la Champions League rappresenta il torneo calcistico più prestigioso al mondo, e la UEFA mira ad incassare diversi miliardi di Euro dalla vendita dei diritti. I piani però fanno i conti con la riluttanza delle pay tv a spendere somme elevate per evitare di aumentare i prezzi degli abbonamenti.

Anche la Lega Calcio italiana sta vagliando la possibilità di lanciare un canale proprietario, ma le ultime riunioni si sono concluse con un nulla di fatto.

Quanto è interessante?
5