Ufficiale il nuovo Tesla Semi, il camion elettrico della società di Elon Musk

di

Tesla ha rivelato qualche ora fa, nella notte italiana, il nuovo Tesla Semi, il camion elettrico di cui si era a lungo parlato nelle scorse settimane e che era stato intravisto anche sul web.

Si tratta di un camion dal tipico design minimal di Tesla, con le uniche sporgenze laterali rappresentate dagli specchietti ed una serie di sensori sul lato posteriore superiore di entrambi i lati.

A livello di specifiche, fa esattamente quello che ci si aspettava e che aveva previsto il CEO Elon Musk. Siamo di fronte ad un camion elettrico in grado di percorrere 500 miglia con una singola ricarica, e con una vasta gamma di funzionalità al suo interno, tra cui un avanzato sistema di Pilota Automatico, che si va ad aggiungere a molti sensori di rilevamento per i punti ciechi e la registrazione dei dati per la gestione della flotta. Tesla ha deciso di fare le cose in grande anche per quanto riguarda la ricarica, ed ha promesso che con 30 minuti di ricarica tramite i Megacharger sarà possibile percorre 400 miglia.

La cabina è estremamente grande, e come la maggior parte dei camion include una serie di passaggi su entrambi i lati per facilitare l’ingresso e l’uscita, ma la novità assoluta da questo punto di vista è rappresentata dalla posizione di guida centrale. I piloti avranno a disposizione due schermi su entrambi i lati, con tutte le informazioni sul veicolo: sul lato destro saranno presenti quelle di base (velocità, chilometraggio, stato della batteria, mappe, climatizzazione e musica), mentre su quello sinistro quelle specifiche per il camion.

Tesla Semi raggiunge la velocità di 60 miglia orarie in cinque secondi, almeno senza rimorchio, che diventano venti quando è carico. Sempre a proposito di carico, può trasportare massimo 80.000 libbre. Musk ha affermato che gli ingegneri garantiscono la solidità per almeno un milione di miglia. Interessante anche il fatto che se due dei motori si rompono, gli altri due manterranno comunque il veicolo su strada.

A livello di costi, secondo Tesla il Semi è 25 centesimi meno costoso di un normale camion Diesel, se si prende in considerazione anche la manutenzione. Il Semi include quattro motori della Model 3 con trasmissione leggermente modificata ed ognuno di essi attaccato ad una ruota. Come gli altri veicoli elettrici, non ci sarà alcun bisogno di cambiare marcia. L’inizio della produzione è previsto per il 2019.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
5