L'ultima idea degli scienziati: utilizzare il Sole per analizzare i pianeti. Ecco come

L'ultima idea degli scienziati: utilizzare il Sole per analizzare i pianeti. Ecco come
di

Il Sole, la nostra essenziale fonte di energia, che ci riscalda e ci permette di vivere su questo bel pianeta, un giorno potrebbe essere utilizzato dagli scienziati per esaminare la presenza della vita in mondi distanti.

Gli astrobiologi sono continuamente alla ricerca di segnali di vita oltre la Terra, prendendo di mira i biosegnali. Tuttavia, non esiste un modo per confermare la fonte di questi segnali e l'unico modo che abbiamo per identificarli è osservare "da vicino" il pianeta.

Ci sono diversi modi per fare ciò, ad esempio inviando piccoli satelliti spinti dai raggi laser per compiere viaggi interstellari o, in un modo ancor più curioso, utilizzando la nostra bella stella. "Un altro tipo di idea inusuale ma realistica, è quella di usare il Sole come lente gravitazionale", ha affermato Sara Seager, astronoma del Massachusetts Institute of Technology, durante l'International Astronautical Congress.

Non è la prima volta che gli astronomi userebbero questo metodo, visto che già lo fanno. Come funziona? In poche parole, l'enorme quantità di massa degli ammassi di galassie deforma la gravità nello spazio circostante, ciò fa curvare anche la luce e gli scienziati utilizzano questo fenomeno per osservare immagini "ingrandite".

Lo stesso principio potrebbe funzionare utilizzando la nostra stella come lente d'ingrandimento.. ma non è così facile come sembra. Per farlo dovremmo allontanarci di 500 unità astronomiche dalla stella, 500 volte la distanza della Terra e il Sole.

Per fare un confronto, la navicella spaziale Voyager 1, lanciata nel 1977, si trova a meno di 150 unità astronomiche dall'astro. La distanza non sarebbe neanche la maggiore difficoltà, visto che un aspetto importante della tecnica della lente gravitazione è l'allineamento: deve essere perfetto.

"Non siamo ancora sicuri di poterlo fare", afferma infine Seager. Un'idea particolare, ma che potrebbe essere utilizzata in futuro. Staremo a vedere.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
4