Ultima Thule, l'oggetto più distante mai esplorato dall'uomo, cambia ufficialmente nome

Ultima Thule, l'oggetto più distante mai esplorato dall'uomo, cambia ufficialmente nome
di

L'asteroide 2014 MU69, conosciuto inufficialmente come Ultima Thule, grande 34 chilometri e visitato dal veicolo spaziale New Horizons della NASA il 1° gennaio di quest'anno, è ora ufficialmente noto come Arrokoth, un termine che significa "cielo" in lingua Powhatan/Algonquian (una tribù nativa americana).

"Il nome 'Arrokoth' riflette l'ispirazione di guardare al cielo e di interrogarsi sulle stelle e sui mondi oltre il nostro", ha dichiarato in una nota lo scienziato principale di New Horizons Alan Stern, del Southwest Research Institute (SwRI) a Boulder, in Colorado.

I membri del team della missione hanno scoperto Arrokoth usando il telescopio spaziale Hubble della NASA nel 2014. La missione New Horizons ha avuto come obiettivo principale l'esplorazione di Plutone nel 2015 (un luogo non ancora dimenticato da parte della NASA), per poi concentrarsi sul sorvolo di Ultima Thule, durante la missione estesa del veicolo spaziale, a circa 6.4 miliardi di chilometri dalla Terra.

Arrokoth è uno dei tanti corpi gelidi che si trovano nella fascia di Kuiper, la "terza zona" del sistema solare oltre l'orbita di Nettuno. I dati ottenuti dall'esplorazione dell'asteroide sono stati importantissimi, poiché "hanno fornito indizi sulla formazione dei pianeti e sulle nostre origini cosmiche", afferma il membro del team di New Horizons Marc Buie.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
7