Ultima trovata della NASA: costruire radiotelescopio di 1 km dentro un cratere lunare

Ultima trovata della NASA: costruire radiotelescopio di 1 km dentro un cratere lunare
di

La NASA sta sovvenzionando diverse proposte di progetti da effettuare nello spazio; uno di questi riguarda la realizzazione di un radiotelescopio da 1 chilometro all'interno di un cratere sul lato opposto della Luna.

Chiamato Lunar Crater Radio Telescope (LCRT) lo strumento sarebbe in grado di misurare lunghezze d'onda e frequenze che non possono essere rilevate dalla Terra. Se i piani per l'LCRT diventassero realtà, lo strumento sarebbe il più grande radiotelescopio del Sistema Solare. "LCRT potrebbe consentire enormi scoperte scientifiche nel campo della cosmologia osservando l'universo primordiale nella banda di lunghezze d'onda di 10-50 m, che finora non è stato esplorato dagli umani", scrive Saptarshi Bandyopadhyay, del Jet Propulsion Laboratory (JPL). Tutto potrebbe essere automatizzato senza alcun operatore umano, il che a sua volta significherebbe un carico utile più leggero e meno costoso per il progetto.

Si tratta ancora di un progetto nel suo stato iniziale: non è ancora chiaro neanche quale cratere utilizzare. Il più grande radiotelescopio qui sulla Terra è FAST, che ha un diametro di 500 metri. Lo strumento all'interno del cratere, invece, sarebbe due volte più grande. Il team dietro il progetto ha ora nove mesi (e un finanziamento di 125.000 dollari) per vedere se il tutto sia realmente fattibile.

"Prevediamo che questo concetto avrebbe il potenziale per scoperte scientifiche rivoluzionarie nella radioastronomia in lunghezze d'onda finora poco esplorate dagli umani", afferma infine Bandyopadhyay.

Quanto è interessante?
5