L'essere umano potrebbe sopravvivere bevendo solo birra? La risposta della Scienza

L'essere umano potrebbe sopravvivere bevendo solo birra? La risposta della Scienza
di

Qualcuno di voi se lo sarà mai chiesto? "È possibile vivere solo di birra?" Sarebbe un sogno che molti amanti della bevanda porterebbero avanti con piacere, ma forse non è la cosa più salutare del mondo, e la scienza ci dice il perché.

I mastri birrai del passato, come i monaci bavaresi Paulaner, devono averci provato, ma probabilmente non gli sarà andata molto bene. La scienza su questo è chiara, ed è tutta colpa del nostro organismo: non è possibile vivere bevendo solo birra.

Innanzitutto occorre fare una distinzione: vivere solo di birra, senza mangiare o ingerire nient'altro, oppure vivere mangiando regolarmente cibi sani ma sostituendo tutte le bevande (compresa l'acqua) esclusivamente con birra?

Nel primo caso la risposta è un chiarissimo e secco "no": nessun essere vivente può vivere di un solo alimento, che esso sia liquido o solido, e se ci nutrissimo di sola birra dopo pochi giorni inizieremmo a sentire la carenza di tutte quelle sostanze necessarie al nostro sostentamento, ma di cui la bevanda alcolica è sprovvista (come le proteine, i grassi, la vitamina B1, e molto altro). Si morirebbe entro pochi giorni, senza contare che non ci sarebbe un apporto calorico necessario alla sopravvivenza.

Nel secondo caso la risposta è comunque negativa, sebbene alcuni studi abbiano sollevato spesso un leggero dubbio: la bevanda alcolica contiene comunque una certa percentuale di acqua che sembrerebbe possa reidratare il corpo umano, ma gli effetti diuretici della birra porterebbero ad un'espulsione di liquidi maggiore di quelli assunti, ripresentando una sempre più cospicua disidratazione anche con assunzione di cibi vari.

Inoltre, la birra contiene un lieve quantitativo di vitamina C - una di quelle indispensabili e che il nostro corpo non può produrre - ma non è sufficiente per evitare l'insorgere di malattie da deficit di tale vitamina, come il famoso "scorbuto". Il problema primario è di nuovo la presenza di alcool, che provoca un'espulsione maggiore di vitamina attraverso le urine (quindi anche assumendo molti cibi che ne sono carichi ne avremmo comunque una perdita importante).

È curioso come in passato lo "scorbuto" - che si presentava copiosamente nei marinai coinvolti in lunghi viaggi - venisse apparentemente curato con l'assunzione regolare di misture a base di birra. Ai medici del passato ci volle un po' prima di capire che la tecnica non stava funzionando, e bastava sostituire la birra con delle arance o del limone.

Invece di rimanerci secchi seguendo questo folle stile di vita sarebbe molto meglio godersi una bevuta ogni tanto, e passare gli effetti della sbornia con questo rimedio "definitivo". Se volete conoscere altre curiosità di questo tipo non dimenticate di venirci a trovare sulla nostra nuova pagina Instagram!

Quanto è interessante?
6