Un giudice deciderà se Donald Trump può bloccare persone su Twitter

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Si preannuncia una delle cause più bizzarre di sempre, per il numero uno della Casa Bianca Donald Trump. Secondo quanto riferito dalla stampa nordamericana, infatti, un giudice federale sarà incaricato a rispondere per determinare la legalità dell'uso dei social media da parte del Presidente degli USA, Donald Trump.

O, più precisamente, se può vietare agli utenti americani di visualizzare i suoi tweet.

La prima udienza si è tenuta nella giornata di ieri, ed ha avuto ad oggetti numerosi querelanti i quali sostengono che Trump, bloccandoli su Twitter, viola il diritto sulla libertà di parola.

Al centro della discussione c'è però un'altra questione: il giudice distrettuale Naomi Reice Buchwald dovrà decidere se i tweet di Trump siano di pubblico dominio o meno. Se Buchwald deciderà che i messaggi del Presidente sono pubblico dominio o meno, in modo tale da capire se rientrano nel 14esimo Emendamento che vieta al governo, o ai suoi dipendenti, di violare i diritti individuali dei cittadini americani, il che renderebbe di fatto illegale il blocco di chiunque su Twitter.

L'avvocato di Trump, ed il dipendente del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti Michael Baer, sostiene che i tweet del Presidente non si possano qualificare come azioni statali, dato che l'uso della piattaforma di social media avviene per ragioni personali e non politiche.

Katherine Fallow, l'avvocato querelante, ovviamente non è d'accordo ed alla giudice ha affermato che "il Presidente mostra in modo inequivocabile che gestisce il suo account in veste ufficiale".

FONTE: TNE
Quanto è interessante?
4