Un'inchiesta vede protagonista Twitter ed il suo sistema di URL brevi

Un'inchiesta vede protagonista Twitter ed il suo sistema di URL brevi
di

I regolatori della privacy in Irlanda hanno avviato un'indagine per capire se ed esattamente quanti dati Twitter raccoglie tramite "t.co", il suo sistema di abbreviazione dell'URL.

L'indagine nasce da una richiesta mossa da un professore britannico di nome Michael Veale che coinvolge il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), una legge europea sulla privacy che è entrata in vigore nel mese di maggio scorso. Ai sensi del GDPR, i cittadini dell'UE hanno il diritto a richiedere qualsiasi dato raccolto su di essi da una determinata società, ma nel momento in cui Veale ha inoltrato tale richiesta a Twitter, la società ha risposto di non avere dati provenienti dal servizio di abbreviazione degli URL. Veale ha così scritto al garante della privacy per vedere se Twitter stesse trattenendo alcuni dei suoi dati.

L'inchiesta, riportata per la prima volta da Fortune, è confermata in una lettera ottenuta dal sito The Verge, inviata a Veale dall'ufficio irlandese "Data Privacy Commissioner".

"Il DPC ha avviato un'indagine formale in merito al reclamo", si legge nella lettera. "L'indagine esaminerà se Twitter ha o meno assolto i propri obblighi in relazione all'oggetto del reclamo e determinerà se alcune disposizioni del GDPR o del Data Protection Act sono state contravvenute da Twitter in questo senso".

L'abbreviazione degli URL era stata inizialmente progettata come un modo per risparmiare caratteri all'interno di un tweet, tuttavia si è anche dimostrato uno strumento efficace per raccogliere dati di navigazione. Anche Facebook ha in passato affrontato cause legali per la raccolta di dati tramite collegamenti condivisi in messaggi privati, sebbene poi il tutto si concluse constatando nessuna violazione dei diritti sulla privacy.

Twitter ha rifiutato di commentare quando è stata contattata da The Verge, dicendo solo che è "attivamente impegnata" con la commissione irlandese.

FONTE: theverge
Quanto è interessante?
4

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it