Un nuovo diodo potrebbe rivoluzionare l'industria dell'illuminazione

di

Un nuovo light emitting diode (LED) che potrebbe potenzialmente rivoluzionare il campo della illuminazione, è stato scoperto e progettato da Zhibin Yu, un professore della facoltà di Ingegneria Industriale alla Florida State University.

Moltissime industrie e famiglie stanno utilizzando i LED per curare l'illuminazione, al fine di ridurre il prezzo da pagare sulle bollette. I LED consumano il 75% in meno dell'energia dissipata invece dalle classiche lampadine ad incandescenza. Sfortunatamente però, i bulbi LED sono molto costosi e parecchie persone non sono disposte ad investirci. In giro ci sono alcuni bulbi economici, ma probabilmente producono pochissima luce.
Ci sono attualmente alcuni studi che mirano a ridurre i costi dei LED, anche se ci sono ancora delle barriere che rendono complicato il processo.

Alcuni giornali riportano che "la maggior parte dei LED richiede agli ingegneri la stesura di quattro o cinque livelli di materiali per creare l'effetto desiderato", mentre questo nuovo LED ne richiederebbe soltanto uno grazie alla combinazione di organico ed inorganico. Il principale materiali utilizzato si discioglie facilmente nell'acqua, può essere applicato similmente alla pittura e brilla di luce blu, verde o rossa. Piuttosto contento del suo lavoro, il professore ha detto che "Questo può potenzialmente rivoluzionare le tecnologie d'illuminazione. In generale, il prezzo dei LED è sempre stato un grosso problema negli ultimi anni, e i bassi consumi non sono riusciti a bilanciare i costi di produzione. Questi nuovi LED possono cambiare tutto".
La ricerca di Zhibin Yu è stata finanziata dal governo americano, i cui fondi lo aiuteranno molto a portare avanti lo sviluppo. Il professore sta anche lavorando ai LED organici (OLED) per i display del futuro.

Quanto è interessante?
0