Un tempio buddista a Pechino ospita un nuovo monaco, molto "speciale": è un robot

Un tempio buddista a Pechino ospita un nuovo monaco, molto 'speciale': è un robot
di

In occasione dell'evento organizzato da TechCrunch ad Hangzhou, in Cina, il tempio buddista Longquan ha presentato ai partecipanti Xian'er, il nuovo monaco robot pronto a meditare insieme ai suoi confratelli in carne ed ossa.

Xian'er, etichettato come uno "Worthy Stupid Robot Monk", è un simpatico robottino alto appena 60 centimetri, che presenta un design molto semplice e pulito e non è certo equipaggiato con le ultime tecnologie disponibili in campo robotico. Le sue capacità di movimento sono ridotte all'osso, tanto che non ha alcuna appendice simile a braccia o gambe umane e non è provvisto di alcuna articolazione: può semplicemente trasportare qua e là il suo bel faccino, dipinto seguendo le caratteristiche fisiche del perfetto stereotipo del monaco buddista, ed il tablet inserito al centro della scocca, esattamente sotto al suo volto, probabilmente il componente più tecnologico di tutti.

Questo è uno dei tre monaci robotici a cui è affidato l'arduo compito di accogliere i visitatori del tempio Longquan, situato a Pechino: a differenza di molti suoi coetanei, Xian'er non fa uso dell'intelligenza artificiale, ma passa lo stesso sue giornate ad interagire con le persone, spesso con i bambini, ai quali trasmette gli insegnamenti caratteristici del tempio. Gli si possono porre più di 100 domande, selezionandole sul tablet o pronunciandole a voce, alle quali Xian'er fornirà delle risposte sempre in linea con i principi e la filosofia del buddismo.

Il robot è stato creato nel 2015 grazie alla collaborazione tra diversi colossi tecnologici cinesi, come Tencent e iFlytek.

FONTE: TechCrunch
Quanto è interessante?
5
Un tempio buddista a Pechino ospita un nuovo monaco, molto 'speciale': è un robot