Stati Uniti: le nuove regole sulle criptovalute si avvicinano, secondo un report

Stati Uniti: le nuove regole sulle criptovalute si avvicinano, secondo un report
di

Solo un paio di giorni fa abbiamo scoperto che gli Stati Uniti pensano ad un dollaro digitale sul modello degli stablecoin e delle altre criptovalute, ma oggi sembra che la Casa Bianca stia guardando attentamente alle criptovalute anche per altri motivi, e sarebbe pronta a pubblicare un Ordine Esecutivo già a febbraio.

L'Ordine Esecutivo, che dovrebbe essere emesso dallo Studio Ovale nelle prossime settimane, sarebbe legato ad un'indagine sui rischi e le opportunità degli asset digitali: la sua eventuale promulgazione potrebbe avere due significati molto interessanti per il mercato delle criptovalute. Il primo è che gli Stati Uniti potrebbero entrare nel mercato delle valute digitali con il loro "cripto-dollaro", la cui emissione però non avrà inizio prima del 2023 inoltrato.

Il secondo, invece, è che forse finalmente il Congresso approverà una regolamentazione per le criptovalute, probabilmente in concerto con la Casa Bianca e la Federal Reserve: la raccolta dei dati effettuata dalle agenzie governative in tal senso potrebbe rivelarsi vitale per la buona riuscita del provvedimento, dando anche una boccata d'aria al mercato delle criptovalute.

Quest'ultimo, infatti, sta vivendo un prolungato periodo di instabilità, culminato nei recenti crolli valutari di Bitcoin, in buona parte anche per via dell'incertezza generata dai futuri regolamenti americani sulle monete digitali, di cui al momento non si sa quasi nulla e che potrebbero causare il ritiro di molti investitori statunitensi dal mercato crypto qualora fossero eccessivamente stringenti.

Ad ogni modo, stando a quanto riporta Bloomberg la direttiva dovrebbe garantire un ruolo centrale alla Casa Bianca in qualsiasi normativa o regolamentazione relativa alle criptovalute e, più in generale, agli asset digitali. Inoltre, le agenzie federali avrebbero già studiato dei provvedimenti che la Presidenza potrebbe proporre al Congresso di Washington: considerato che, sempre secondo Bloomberg, questi regolamenti sono allo studio ormai da anni, la loro approvazione da parte del Parlamento potrebbe essere molto rapida.

Intanto, comunque, i principali organi di controllo monetario americani hanno pubblicato delle linee guida per l'armonizzazione delle criptovalute con la legislazione fiscale in vigore negli Stati Uniti d'America, che gli investitori possono utilizzare per esempio per il pagamento delle tasse sui propri asset. Al momento, però, gli sforzi regolatori mancano di coordinazione centralizzata: per questo, molti investitori temono una legislazione più stringente, che potrebbe ridurre i margini di profitto elevando le tasse sugli asset digitali o i controlli governativi e bancari sui portafogli americani.

FONTE: Coindesk
Quanto è interessante?
1