Stati Uniti, Russia e Cina sono contrari alla distribuzione globale del vaccino Covid

Stati Uniti, Russia e Cina sono contrari alla distribuzione globale del vaccino Covid
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Alla coordinazione per lo sviluppo e la distribuzione dei vaccini Covid-19, organizzata dall'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) hanno partecipato oltre 150 paesi, tranne la Russia, la Cina e gli Stati Uniti, questi hanno deciso di non collaborare e, per qualche motivo, non sembra affatto una novità.

156 paesi hanno già aderito all'iniziativa chiamata COVID-19 Vaccines Global Access, soprannominata COVAX, i quali sperano di distribuire ben due miliardi di dosi di vaccino entro il 2021; successivamente altre dosi verranno aggiunte per una migliore e completa distribuzione, sebbene alcuni specialisti siano di una visione nettamente più negativa.

Allora potremmo chiederci, che problema c'è se questi paesi non collaborano? Peggio per loro! Purtroppo, però, senza un adeguato supporto, il progetto COVAX potrebbe non ottenere i finanziamenti per arrivare ai 35 miliardi di cui necessita per sostenere i nove vaccini sperimentali e successivamente comprarne le dosi, ne hanno raccolti giusto tre, di miliardi.

Succede, nel frattempo, che in Cina e Russia è cominciata la distribuzione al pubblico del vaccino sperimentale prodotto a livello nazionale, Trump si dichiara interessato a compiere lo stesso gesto - ma aldilà della sua posizione, è comunque contrario al COVAX, così come riferisce. Infatti, gli Stati Uniti hanno stretto già degli accordi con alcuni sviluppatori di vaccini sperimentali in modo da "garantire" dosi per tutti, una volta terminati e accertati i test, come sta succedendo in questo momento.

Queste bravate nazionaliste rischiano di mettere in pericolo miliardi di persone e non soltanto per quanto riguarda la distribuzione a livello globale ma, come sta succedendo in Cina e Russia, mettendo in commercio vaccini sperimentali che molte persone acquistano, incerti degli effetti che avranno sulla loro salute.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
6