Università telematiche escluse dal "bonus eccellenze": gli studenti non ci stanno

Università telematiche escluse dal 'bonus eccellenze': gli studenti non ci stanno
di

Nonostante il boom di iscrizioni e il propagarsi di corsi di alta qualità che coinvolgono i migliori docenti d'Italia, le università telematiche sono state escluse dal cosiddetto "bonus eccellenze", che premia i laureati con 110 e lode (non fuori corso). Gli studenti non ci stanno e hanno avviato alcune petizioni online.

In particolare, stando a quanto riportato da ilGiornale, il "bonus eccellenze" presente nella legge di Bilancio "prevede l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi INAIL, per un periodo massimo di 12 mesi dalla data di assunzione per i datori di lavoro privati che nell'anno 2019 assumono con contratto subordinato a tempo indeterminato laureati, ovvero di dottori di ricerca, nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata". Si parla di 50 milioni di euro stanziati per il 2019 e di 20 milioni di euro per il 2020. Questo bonus dovrebbe coinvolgere circa 43.000 laureati.

Tuttavia, dal "bonus eccellenze" sono esclusi gli studenti fuori corso e tutti quelli delle università telematiche. Non importa se queste ultime siano riconosciute dall'ANVUR o meno. Una notizia che ha fatto smuovere gli studenti, che hanno anche aperto alcune petizioni sul noto portale Change.org, che al momento in cui scriviamo raccolgono migliaia di firme.

FONTE: ilGiornale
Quanto è interessante?
7

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Università telematiche escluse dal 'bonus eccellenze': gli studenti non ci stanno