La vita nell'universo potrebbe essere comune, l'intelligenza, invece, no

La vita nell'universo potrebbe essere comune, l'intelligenza, invece, no
di

Fino ad adesso non siamo mai riusciti a rispondere concretamente alla domanda "esiste la vita all'infuori della Terra?". Un quesito alquanto poetico che sottolinea la nostra poca conoscenza dell'Universo che ci circonda. Un nuovo documento, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, parla proprio di questo argomento.

L'analisi utilizza una tecnica chiamata inferenza bayesiana che consente di aggiornare la probabilità di un'ipotesi quando saranno disponibili più dati. La vita è emersa sulla Terra durante il primo quinto dell'esistenza del pianeta. Questa ricerca si chiede: se si dovesse ripetere la nascita della vita sulla Terra, andrebbe allo stesso modo? Si creerebbero forme di vita intelligente?

"Il rapido emergere della vita e la tarda evoluzione dell'umanità, nel contesto della linea temporale dell'evoluzione, sono certamente suggestivi", afferma l'autore principale, il professor David Kipping, della Columbia University. "Ma in questo studio è possibile quantificare effettivamente ciò che i fatti ci dicono".

Secondo Kipping ci sono quattro possibilità: la vita è comune e anche l'intelligenza lo sono; la vita è comune ma l'intelligenza è rara; la vita è rara ma quando emerge l'intelligenza è comune; infine, la vita è rara e anche l'intelligenza lo è. Non possiamo avere la certezza di nessuna di questa possibilità ovviamente, ma grazie all'inferenza bayesiana possiamo ottenere "qualcosa".

Se si dovesse ripetere tutto il ciclo della Terra fino all'emergere della vita intelligente, molto probabilmente la vita riemergerà con una probabilità di 9:1. Mentre altrove nell'universo le condizioni potrebbero essere leggermente diverse, la prima apparizione della vita suggerisce che il nostro pianeta sia lungi dall'essere unico, mentre per quanto riguarda l'intelligenza, si tratta di una questione più complessa.

Avendo solo noi come esempio, senza prove di altre specie intelligenti oltre la Terra, Kipping afferma che c'è una probabilità di 3:2 che l'intelligenza sia rara (un dato che lo stesso autore suggerisce poco robusto). "Se avessimo riproposto la storia della Terra, l'emergere dell'intelligenza è in realtà alquanto improbabile. L'analisi non può fornire certezze o garanzie, solo probabilità statistiche basate su ciò che è accaduto qui sulla Terra", afferma infine l'autore dello studio.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
6