Uomo muore in Cina a causa di un rarissimo virus noto per infettare le scimmie

Uomo muore in Cina a causa di un rarissimo virus noto per infettare le scimmie
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo aver contratto un'infezione virale estremamente rara, un veterinario in Cina è morto. Questo è il primo caso conosciuto del virus, chiamato semplicemente "Virus Monkey B". Secondo il Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, il veterinario lavorava in un istituto con sede a Pechino specializzato nella ricerca sui primati.

All'inizio di marzo l'uomo aveva sezionato due scimmie morte e, un mese dopo, ha presentato sintomi come febbre, nausea, vomito e sintomi neurologici. Le cure in diversi ospedali non hanno migliorato la sua condizione e, infine, è morto il 27 maggio. Il virus in questione infetta più comunemente i macachi ed è raro negli esseri umani.

Sono stati segnalati solamente 50 casi dalla scoperta del virus avvenuta nel 1932. La maggior parte dei casi umani si sono verificati in persone che lavorano con le scimmie, come veterinari o ricercatori, secondo quanto affermato dal Washington Post. Una volta arrivato negli esseri umani, il virus non si diffonde facilmente tra le persone (è stato osservato solo un caso).

Fortunatamente, quando arriva all'interno degli umani, il virus è in un "vicolo cieco", ha dichiarato al Washington Post il dottor Nikolaus Osterrieder, preside del Jockey Club College of Veterinary Medicine and Life Sciences di Hong Kong. Tuttavia, occorre "rafforzare la sorveglianza nei macachi di laboratorio e negli operai in Cina", perché il virus potrebbe diventare pericoloso per tutti coloro che lavorano con queste scimmie.

Quanto è interessante?
3