Negli USA uccisi 1.500 calabroni assassini, ma la "guerra" è ancora all'inizio

Negli USA uccisi 1.500 calabroni assassini, ma la 'guerra' è ancora all'inizio
di

Il calabrone gigante asiatico (Vespa Mandarinia) è chiamato anche "calabrone assassino" perché è uno spietato killer delle api. Un singolo esemplare di calabrone, infatti, è capace di uccidere decine di queste creature che, di fronte al loro gigantesco avversario, non possono far altro che attendere la morte.

I calabroni assassini hanno invaso lo stato di Washington negli Stati Uniti nel 2019 e, da allora, gli esperti stanno cercando di sterminarli, poiché potrebbero diventare un problema per le api dello stato. La guerra è serrata il Dipartimento dell'Agricoltura dello Stato di Washington (WSDA ) sta facendo di tutto per rintracciarli e ucciderli (ha perfino emesso degli avvisi alla popolazione).

Giovedì scorso i funzionari hanno localizzato e sradicato il primo nido dell'anno che conteneva circa 1.500 calabroni "in vari stadi di sviluppo", secondo quanto riportato dal WSDA in un comunicato stampa. Le foto rilasciate dal dipartimento mostrano che molti calabroni erano allo stadio di "pre-macellazione" - una fase in cui calabroni assassini possono eliminare interi alveari, tagliando le teste delle api e riportando i loro corpi nel nido per nutrire le larve all'interno.

Questo è il terzo anno consecutivo che i calabroni assassini sono stati scoperti nello stato e la paura che l'insetto possa diventare da "invasore" a "stabilito" sta crescendo sempre di più. "Anche se siamo lieti di aver trovato e sradicato questo nido così presto nella stagione, questo rilevamento dimostra quanto siano importanti i rilevamenti pubblici", ha affermato in una nota Sven Spichiger, un entomologo responsabile della WSDA. "Ci sono altri nidi là fuori".

Le api sono minacciate sia dai cambiamenti climatici che dall'agricoltura industriale; secondo un rapporto, gli apicoltori statunitensi hanno riportato una perdita media del 45,5% delle loro popolazioni di api gestite da aprile 2020 ad aprile 2021... non serve quindi un nuovo pericolo per queste creature. Ecco, inoltre, cosa succederebbe se le api di estinguessero. Spoiler: nulla di buono.

FONTE: gizmodo
Quanto è interessante?
4