USB-C su iPhone, il cerchio si stringe sempre di più: anche il Brasile ci pensa

USB-C su iPhone, il cerchio si stringe sempre di più: anche il Brasile ci pensa
di

Qualche giorno fa abbiamo riportato la notizia secondo cui anche gli USA potrebbero adottare il caricatore unico su smartphone, dopo l’accordo trovato tra i partner europei. Ebbene, per Apple il cerchio si stringe sempre più ed a quanto pare anche il Brasile starebbe pensando di fare lo stesso.

La nazione sudamericana infatti potrebbe presto diventare l’ultimo paese (in ordine di tempo) ad adottare il caricatore unico a favore dell’USB-C. L’Anatel, ovvero l’ente nazionale che si occupa dei diritti dei consumatori, ha presentato una nuova proposta per obbligare i produttori di smartphone e dispositivi elettronici di piccole e medie dimensioni ad utilizzare lo standard USB-C per la ricarica.

Analogamente a quanto fatto dagli Stati Uniti ed Unione Europea, anche l’anche l’Anatel afferma che i device che si caricano completamente in modalità wireless non dovranno seguire questa normativa e spiega che la transizione all’USB-C offrirà un “maggiore comfort ai consumatori” e potrebbe ridurre i rifiuti elettronici globali.

Insomma, nel giro di pochi anni Apple potrebbe trovarsi costretta ad utilizzare l’USB-C, sebbene gli ultimi rumor affermino che l’iPhone 15 sarà il primo modello ad usare l’USB-C, segnando l'addio al Lightning dopo svariati anni. Chiaramente, al momento si tratta solo di una proposta che dovrà passare attraverso gli organi legislativi.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
5