Vaccino antinfluenzale universale? Non è più fantascienza

Vaccino antinfluenzale universale? Non è più fantascienza
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In poco meno di tre giorni, siamo di nuovo qui a parlarvi di iniezioni miracolose. Pare che sia stato sviluppato un vaccino a mRNA contro tutti i 20 sottotipi di influenza. I primi test sono stati condotti sugli animali e hanno mostrato una risposta più che positiva: questi hanno manifestato segni di malattia molto più lievi del normale.

Il lavoro suggerisce che il vaccino potrebbe offrire un'ampia protezione contro tutti i ceppi di influenza, compresi quelli letali. In virtù delle travagliate esperienze pandemiche che stiamo vivendo in questi anni, il suddetto antidoto sarebbe davvero rivoluzionario.

L'idea è quella di avere un vaccino che dia alle persone un livello di risposta immunitaria di base per diversi ceppi influenzali, in modo che ci saranno molte meno malattie e morti quando si verificherà la prossima pandemia influenzale”, spiega il dottor Scott Hensley, professore di microbiologia presso la Perelman School of Medicine.

Il vaccino si avvale degli immunogeni: antigeni che stimolano una risposta immunitaria. L’RNA del farmaco ha l’istruzione che codifica per una proteina influenzale innocua, condivisa tra i 18 tipi dell’influenza A e i 2 tipi di virus dell’influenza B. Una volta iniettato nell’organismo, le cellule locali produrranno siffatta proteina e il sistema immunitario risponderà con anticorpi specifici e più rapidamente.

Sia chiaro: il vaccino non rende immuni al contatto virale, bensì prepara il nostro corpo a rispondere ad esso, senza riportare troppe “ferite di guerra”. “Pensiamo che questo vaccino potrebbe ridurre significativamente le possibilità di contrarre una grave infezione influenzale”, avanza Hensley.

FONTE: IFLScience
Quanto è interessante?
2