Il veicolo spaziale BepiColombo lascia ufficialmente la Terra per dirigersi verso Mercurio

Il veicolo spaziale BepiColombo lascia ufficialmente la Terra per dirigersi verso Mercurio
di

Il veicolo spaziale che studierà Mercurio si è appena allontanato dalla Terra con successo. Si chiama BepiColombo e rappresenta una collaborazione internazionale tra l'Agenzia spaziale europea (ESA) e l'Agenzia spaziale giapponese (JAXA). La missione è stata lanciata nell'ottobre 2018, ma raggiungere il pianeta più interno non è facile.

Per raggiungere Mercurio, infatti, il veicolo spaziale deve effettuare un percorso di sette anni ed effettuare la bellezza di nove sorvoli ravvicinati; un'operazione in cui un veicolo passa molto vicino con un altro corpo così da utilizzarlo come una sorta di "fionda gravitazionale".

BepiColombo recentemente ha eseguito il primo di quei nove sorvoli ravvicinati il 10 aprile, l'unico intorno al pianeta di origine. L'astronave si trovava a 12.693 chilometri di distanza dalla Terra, avvicinandosi ad un angolo progettato per ridurre leggermente la sua velocità rispetto al Sole. Il prossimo sorvolo ravvicinato sarà con Venere, ad ottobre. La sonda circolerà due volte attorno al gemello della Terra, quest'anno e il prossimo, per ridurre ulteriormente la sua velocità e mettersi sulla strada per raggiungere Mercurio.

Una volta che BepiColombo raggiungere il pianeta (verso il 2025), si dividerà in due veicoli spaziali: il Mercury Magnetospheric Orbiter di JAXA e il Mercury Planetary Orbiter dell'ESA. La prima sonda orbiterà relativamente in alto sulla superficie di Mercurio e si concentrerà sullo studio della magnetosfera, la regione dello spazio governata dal campo magnetico del pianeta.

La seconda sonda si avvicinerà alla superficie di Mercurio e si concentrerà sull'analisi della composizione del pianeta. Questa è solo la terza missione della storia dell'uomo che raggiungerà il pianeta più interno del nostro Sistema Solare.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
4