Vendetta e libertà: la storia di Boudicca, la regina celtica che sfidò i Romani

Vendetta e libertà: la storia di Boudicca, la regina celtica che sfidò i Romani
di

E' oramai ben noto che i Celti ed i Vichingi avessero tra le loro fila donne guerriere di inestimabile valore. Una di queste ha persino fatto tremare il potente Impero Romano.

Stiamo parlando di Boudicca, o Boadicea, la regina guerriera della tribù celtica degli Iceni, colei che riunì sotto di sè un gran numero di clan della Britannia contro gli invasori Romani nel 60-61 d.C.

Boudicca riuscì a vincere ben tre battaglie prima che gli avversari sbaragliassero le sue forze, giustiziando innumerevoli Iceni e catturandone come schiavi molti altri.

Ma chi era realmente Boudicca prima della guerra e del sangue?

Le fonti più attendibili e ricche su di lei sono Tacito e Cassio Dione, celebri storici romani. Nata nella città britannica di Camulodunum (ora Colchester) intorno al 30 d.C., il suo nome deriva certamente da Boudiga, la dea celtica della guerra.

Visse, però, con un'altra famiglia aristocratica per essere addestrata alla guerra e per imparare la storia ed i costumi degli Iceni. Le fonti testimoniano e confermano, dunque, che le giovani donne dell'epoca erano tutt'altro che indifese, e soprattutto coloro che dovevano divenire sovrane o figure di alto rango venivano sapientemente addestrate all'uso di spade o altre armi proprio come i maschi.

Erano più libere, indipendenti, godevano di molti più diritti rispetto alle donne Greche e Romane e potevano assurgere a posizioni privilegiate nella società.

All'età di 18 anni Boudicca sposò il re di un'altra tribù, Prasutagus, con il quale ebbe due figlie, Isolda e Siora. Tuttavia, l'invasione romana nel 43 d.C. e la progressiva prepotenza con la quale i Romani tentarono di sopprimere le libertà dei Britanni, soprattutto quella religiosa, nonchè le esose tasse e le umiliazioni, diedero inizio alla celebre storia di Boudicca.

A causa delle leggi romane di successione ereditaria di linea maschile, la donna e le sue figlie non poterono ereditare i possedimenti, così il regno di Prasutagus fu annesso all'Impero.

Per di più le terre furono confiscate, i nobili resi schiavi, le due figlie violentate e Boudicca frustata pubblicamente.

E così ha inizio la vendetta della regina celtica e la sua guerra per la libertà che la condurrà a riunire sotto di sè, una donna, un vasto numero di donne e uomini pronti a morire per liberare la verde Britannia dagli invasori del sud. Chiudiamo con un suo celebre e toccante discorso:

"Noi Britanni siamo abituati alle donne comandanti in guerra; io stessa discendo da uomini potenti! Ma non sto combattendo per il mio regno e la mia ricchezza, ora. Sto combattendo come una persona normale per la mia libertà perduta, il mio corpo ferito e le mie figlie oltraggiate ....

So bene quanti di voi stanno combattendo - e perché! Vincerete questa battaglia o perirete. Questo è quello che io, una donna, ho intenzione di fare! - lasciamo che gli uomini vivano in schiavitù, se vogliono."

Quanto è interessante?
4