Vendevano presunti farmaci anti-Coronavirus online: oscurati undici siti web

Vendevano presunti farmaci anti-Coronavirus online: oscurati undici siti web
di

I NAS hanno annunciato di aver oscurato undici siti web che proponevano presunti farmaci anti-Covid online. Secondo quanto affermato, tali portali erano collocati su server esteri e facevano riferimenti a gestori fittizi.

I farmaci erano a base di antimalarico clorochina e si basavano sui principi attivi del lopinavir e ritonavir, per cui l’Agenzia Italiana del Farmaco ha già da tempo effettuato la sospensione al trattamenti contro il Coronavirus al di fuori di studi sperimentali ed in ambiente ospedaliero.

I NAS hanno anche precisato che nei siti web in questione i farmaci venivano presentati come efficaci contro il Coronavirus facendo riferimento a studi non verificati e farlocchi.

I Carabinieri hanno proceduto ad oscurare due siti che già in precedenza erano stati cancellati, ma che erano tornati su altri indirizzi IP. Tale tattica è particolarmente nota in quanto usata anche per la diffusione di contenuti illegali. I NAS spiegano che “il mercato web è diventato un’importante fonte di commercio e approvvigionamento di farmaci a uso umano, molto spesso non autorizzati, con claim accattivanti e asseritamente vantanti proprietà in grado di prevenire e curare diverse patologie”.

Il consiglio, ovviamente, è sempre di affidarsi alle fonti ufficiali e di rivolgersi alle autorità preposte in caso di comparsa di sintomi.

Quanto è interessante?
3