Venerdì debutta il nuovo Tutor sulle Autostrade. Ecco dove e come funziona

Venerdì debutta il nuovo Tutor sulle Autostrade. Ecco dove e come funziona
di

Ci siamo. Dopo lo stop imposto dalla sentenza di qualche mese fa, sono finalmente pronti a debuttare sulle Autostrade italiane i nuovi Tutor, proprio in concomitanza con il primo grande esodo estivo.

Lo riporta il Corriere della Sera, il quale precisa come il lancio sia previsto per venerdì 27 Luglio, e riguarderà circa venti tratte autostradali, probabilmente le più trafficate.

Nella giornata di domani, il capo della Polizia Franco Gabrielli terrà una conferenza stampa per spiegare dettagliatamente il funzionamento del nuovo sistema, e fornire ulteriori indicazioni sulle tratte interessate. La prima fase, definita ancora sperimentale, potrebbe anche cominciare il fine settimana successivo, ma ormai ci siamo.

L'attivazione dei nuovi Tutor sarà competenza esclusiva della Polizia Stradale e non di Autostrade per l'Italia, e ad essere interessate dovrebbero essere i seguenti tratti autostradali:

  • A1 Milano-Napoli compresa la variante di valico
  • A10 Genova-Ventimiglia
  • A14 Adriatica Bologna-Taranto
  • A16 Napoli-Canosa
  • A24 Roma-Teramo
  • A25 Torano-Pescara.

Fondamentalmente, come fatto notare da molti, i tratti saranno pressochè identici, ma cambierà il sistema di rilevazione.

Il nuovo sistema SICVe-PM (Sistema informativo per il controllo della velocità con tecnologia PlateMatching) garantirà una scansione più precisa delle targhe dei veicoli rispetto ai vecchi tutor che in passato confondevano numeri e lettere nel caso in cui le targhe fossero sporche o rovinate. Il vecchio sistema, come notato, aveva un margine di rilevamenti cestinati del 4 per cento proprio a causa degli errori con la rilevazione delle targhe.
Il sistema SICVe-PM, inoltre, garantirà anche una velocità di trasmissione dei dati più elevata.

Quanto è interessante?
5