La vita su Venere non è mai stata possibile, secondo un nuovo studio

La vita su Venere non è mai stata possibile, secondo un nuovo studio
di

Venere è sicuramente un pianeta molto particolare. Oggi il corpo celeste non permette a nessun essere vivente di esistere sulla sua superfice, anche se gli scienziati ipotizzano che un tempo la vita potrebbe essere esistita sul pianeta infernale; tuttavia un nuovo studio sembra escludere del tutto questa possibilità.

All'inizio della sua esistenza Venere era un luogo molto caldo... anche troppo per ospitare degli oceani sulla sua superfice. Studi precedenti affermano che dopo un po' di tempo il pianeta si raffreddò, ospitando infine dell'acqua sulla sua superfice (anche se la vita oggi su Venere può essere trovata nella sua atmosfera).

Tuttavia, un nuovo studio pubblicato il 13 ottobre sulla rivista Nature ha ottenuto dei risultati molto differenti da quanto ipotizzato dagli scienziati precedentemente. Secondo gli esperti, le nuvole del pianeta hanno riscaldato Venere tramite un effetto serra, intrappolando molto calore durante la sua storia. Quindi, il pianeta infernale potrebbe non essersi mai raffreddato abbastanza da far cadere la pioggia e per la successiva formazione di fiumi, laghi e oceani.

La missione VERITAS (Venus Emissivity, Radio Science, InSAR, Topography and Spectroscopy) della NASA, prevista per il lancio nel 2028, studierà Venere cercando di scoprire i segreti del suo passato. "Se gli autori [dello studio] hanno ragione, Venere è sempre stata un inferno", scrivono gli astronomi James Kasting e Chester Harman della Penn State University e dell'Ames Research Center della NASA, in un pezzo di accompagnamento "News & Views" nel numero di Nature.

FONTE: space
Quanto è interessante?
2