Venuto alla luce il ricco corredo funerario di una adolescente dell'antico Egitto

Venuto alla luce il ricco corredo funerario di una adolescente dell'antico Egitto
di

E’ stato scoperto in Egitto un antico sarcofago contenente, al suo interno, i resti di una giovane donna vissuta nell'antica terra dei faraoni di 3500 anni fa.

La scoperta è avvenuta, come ci riporta l’Egypt Today, in una località nota chiamata Draa Abul Naga. Qui gli archeologi egiziani hanno trovato un antico sarcofago risalente a 3500 anni fa con, al suo interno, i resti di una adolescente. Il sarcofago misura 1,75 metri di lunghezza ed è largo solamente 0,33 metri. Sembra sia stato scolpito da un singolo pezzo proveniente da un albero di sicomoro ed utilizzato per contenere, nel tempo, i resti di una fanciulla che, al momento della morte, doveva avere tra i 15 ed i 16 anni. La superficie esterna del sarcofago era dipinta e ci può apparire strano che fosse largo solamente 0,33 metri.

Il corpo della ragazza, proprio per questo motivo, venne adagiato su un fianco proprio perché esso non era sufficientemente largo. Al tempo della morte della fanciulla nell'antico Egitto governava la diciassettesima dinastia ed il suo corpo venne inumato con diversi accessori tra i quali un orecchino ed una collana a tre fili di cui uno con perline blu, uno con pietre verdi e l’ultimo composto da decine di piccoli pezzi di ametista, ambra, vetro blu, perle e, per finire, un materiale simile alla ceramica. E non solo. Il corpo era ricoperto da una lamina di rame e sono stati ritrovati anche molti amuleti e due riproduzioni di scarabei. Tra gli amuleti il più importante è, forse, l’occhio di Horus.

Quest’ultimo è un simbolo chiave della religione dell’antico Egitto ed era spesso associato alla prosperità, alla buona salute, ma era anche un simbolo che conferiva protezione e rappresentava una discendenza regale. Altri oggetti che appartenevano alla donna, che sono stati trovati all'interno della camera mortuaria, sono un paio di sandali rossi e delle sfere di cuoio, legate da dello spago. Entrambi questi oggetti servivano forse per la danza o per eventi sportivi a cui la ragazza partecipava attivamente. Ma le sorprese non finisco qui. Vicino al sarcofago ve ne era un altro, più piccolo, con all'interno quattro statue di legno avvolte da dei rotoli di lino. Degli intagliatori, su uno di questi oggetti in legno, avevano inciso la storia di Osiride, dio egiziano dei morti.

Credit immagini: Ministry of Tourism and Antiquities

Quanto è interessante?
5
Venuto alla luce il ricco corredo funerario di una adolescente dell'antico Egitto