Verifica C19 riconosce come valido il Green Pass di Hitler: il sistema è stato hackerato?

Verifica C19 riconosce come valido il Green Pass di Hitler: il sistema è stato hackerato?
di

Il sistema di generazione dei QR Code legati al Green Pass è stato hackerato? Ad avanzare l'ipotesi il leaker francese Reversebrain attraverso il proprio account ufficiale Twitter, dove ha spiegato che il sistema di convalida dei Pass sarebbe in grado di riconoscere come autentici i codici falsi.

Negli screenshot viene mostrata all'opera l'applicazione italiana VerificaC19, che certifica come autentico un QR Code generato con dati non autentici.

A conferma di ciò sul web stanno iniziando a circolare varie immagini che dimostrano come il sistema potrebbe essere stato vittima di qualche falla. Fanpage, ad esempio, riporta uno screenshot che sta girando sul web e che mostra Verifica C19 validare una Certificazione Verde di Adolf Hitler, con tanto di dati anagrafici ed informazioni sullo stato vaccinale. Ed ovviamente la spunta verde.

Su Raidforums, uno dei siti più famosi del dark web, un utente polacco sostiene che sarebbe in grado di generare qualsiasi tipo di pass a pagamento, ed in molti sostengono che dietro questa apparente falla potrebbe esserci qualche funzionario che lavora in farmacia o in ospedale e che quindi è in grado di accedere al sistema che è in grado di creare i certificati.

Il leaker francese Reversebrain, come mostriamo nei tweet in calce, invece, punta all'ipotesi della fuga delle informazioni sulle chiavi che vengono usate per firmare i Green Pass. Un'ipotesi che però ancora non è stata confermata in via ufficiale da parte delle autorità europee e che qualora lo fosse metterebbe a rischio l'intero sistema di Green Pass Covid-19.

FONTE: FanPage
Quanto è interessante?
5
Verifica C19 riconosce come valido il Green Pass di Hitler: il sistema è stato hackerato?