I vichinghi non erano biondi: nuova ricerca sfata l'immagine moderna di questi guerrieri

I vichinghi non erano biondi: nuova ricerca sfata l'immagine moderna di questi guerrieri
di

L'immaginario collettivo vede i vichinghi come biondi scandinavi. Tuttavia, come spesso accade, si tratta solo di una sorta di luogo comune che circonda questa razza di antichi guerrieri. I vichinghi potrebbero avere una storia più diversificata del previsto e hanno portato geni perfino dall'Europa meridionale e dall'Asia, secondo un nuovo studio.

"Non sapevamo geneticamente che aspetto avessero fino ad ora", afferma l'autore senior dello studio, Eske Willerslev. La ricerca "sfata l'immagine moderna dei vichinghi". Nello studio, che ha richiesto sei anni per essere completato, un gruppo internazionale di ricercatori ha analizzato il DNA prelevato dai resti di 442 persone vissute tra il 2400 a.C. circa al 1600 d.C. rinvenuti in siti archeologici in Europa e Groenlandia.

Queste persone vissero, per la maggior parte, durante l'era vichinga, che durò dal 750 d.C. circa al 1050 d.C.; i ricercatori hanno quindi confrontato il DNA di questi resti con sequenze di DNA già pubblicate da 3.855 individui moderni e da 1.118 altri individui antichi. Secondo quanto emerso, i vichinghi non erano solo la continuazione dei gruppi dell'età del ferro che vivevano dal 500 a.C. circa. al 700 d.C. circa in Scandinavia.

Piuttosto, i guerrieri e i loro antenati si sarebbero mescolati spesso con persone provenienti dall'Asia e dall'Europa meridionale. Molti individui vichinghi avevano "alti livelli di ascendenza non scandinava", secondo gli autori del documento. "Nessuno avrebbe potuto prevedere questi significativi flussi genetici in Scandinavia dall'Europa meridionale e dall'Asia prima e durante l'era vichinga", afferma Willerslev. Hanno anche scoperto che molti vichinghi avevano i capelli castani, non i capelli biondi biondi come tipicamente si immagina.

I vari gruppi vichinghi, inoltre, erano molto più isolati l'uno dall'altro di quanto si pensasse in precedenza. Le comunità costiere avevano un'elevata diversità genetica, probabilmente dovuta a più scambi e diffusione di persone, rispetto alle comunità nel cuore della Scandinavia. I ricercatori hanno anche ricostruito i movimenti delle varie popolazioni: i vichinghi dell'attuale Danimarca andavano tipicamente in Inghilterra; quelli provenienti dalla Svezia si diressero principalmente ad est nella regione baltica; mentre i vichinghi dalla Norvegia viaggiarono in Irlanda, Islanda, Groenlandia e Isola di Man.

Si è scoperto, infine, che non tutte le persone trattate come vichinghe erano geneticamente "vichinghe". Nelle Orcadi, in Scozia, i ricercatori hanno trovato due scheletri appartenenti a dei maschi in un luogo di sepoltura vichingo. Furono sepolti con spade e altri oggetti dei guerrieri della Scandinavia, ma in realtà non erano vichinghi, piuttosto geneticamente simili agli irlandesi e scozzesi moderni.

Questa ricerca "rivoluzionaria" da un certo punto di vista è stata pubblicata sull'illustrissima rivista Nature.

Quanto è interessante?
6
I vichinghi non erano biondi: nuova ricerca sfata l'immagine moderna di questi guerrieri