di

80.000 anni potrebbero essere un periodo di tempo davvero lunghissimo per gli esseri umani, ma un "battito di ciglia" se confrontato ai tempi dell'Universo. Questo è anche il tempo che ha impiegato la cometa Leonard a tornare sulla Terra - sicuramente un'occasione che le agenzie spaziali di tutto il mondo non potevano farsi scappare.

Osservatore del video che potrete trovare qui sopra è stata una sonda costruita per studiare il Sole: il Solar Orbiter Heliospheric Imager (SoloHI). Nel filmato potrete vedere chiaramente la cometa Leonard che attraversa il cielo alla fine della scorsa settimana tra 17 e il 19 dicembre (a proposito, sapete che dal Sistema Solare esterno è stata notata la cometa più grande di tutti?).

Quando il veicolo spaziale ha catturato queste immagini, la cometa si trovava all'incirca tra il Sole e l'astronave, con la coda di gas e polvere rivolta verso l'astronave. Un altro punto di vista inedito, che questa volta potrete osservare in un post su Twitter che troverete in calce alla notizia, è stato ripreso dalla NASA.

L'animazione è stata catturata dal Solar Terrestrial Relations Observatory (STEREO-A) dell'agenzia spaziale americana che osserva la cometa dall'inizio di novembre. Il corpo celeste si è avvicinato alla Terra per la prima volta il 12 dicembre, arrivando a 34 milioni di chilometri. Questo spettacolo cosmico è stato osservato sia nell'emisfero settentrionale che in quello meridionale fino alla fine di dicembre.

Quanto è interessante?
2