Il video di quando nel 1970 una carcassa di un capidoglio venne "rimossa" con la dinamite

di

Nel novembre 1970, un capodoglio di 8 tonnellate si arenò su una spiaggia dell'Oregon. Come rimuovere una carcassa da 8.000 chilogrammi? La divisione autostradale (a cui venne affidato il compito di sbarazzarsi del capidoglio), decise di risolvere il problema in una maniera esplosiva: utilizzando la dinamite. Sì, avete letto bene.

Secondo loro, la dinamite avrebbe spinto la maggior parte della carcassa abbastanza lontano da andare da sola alla deriva nell'oceano, lasciando i pezzi più piccoli del cadavere per i gabbiani. Bene, i funzionari della divisione autostradale (che diciamo non sono i più qualificati quando di parla di mammiferi giganti) utilizzarono 20 casse di dinamite.

Durante l'evento, molte persone e giornalisti accorsero per vedere in diretta l'esplosione, poiché difficilmente in vita loro avrebbero rivisto qualcosa del genere. "Sono sicuro che funzionerà, l'unica cosa è che non siamo sicuri di quanti esplosivi serviranno per disintegrare questa cosa", dichiarò durante una domanda a un giornalista l'ingegnere stradale George Thornton.

Dopo l'esplosione, numerosi pezzi di carcassa si schiantarono sulla strada, nelle macchine e negli edifici vicini. Thornton commentò in seguito l'accaduto dicendo: "è andato esattamente alla perfezione". Insomma, sicuramente qualcosa che non capita di sentire tutti i giorni. I cittadini dell'Oregon decisero, in seguito, di dedicare perfino un parco all'accaduto, l'Exploding Whale Memorial Park.

Ancora oggi, purtroppo, i capidogli (uno di loro protagonista della vera storia di Moby Dick) vengono trovati morti sulla spiaggia. La colpa? La plastica.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2