È stato trovato un altro virus nei pipistrelli strettamente correlato al SARS-CoV-2

È stato trovato un altro virus nei pipistrelli strettamente correlato al SARS-CoV-2
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In questo momento un numero enorme di ricercatori sta conducendo nuovi studi sul virus SARS-CoV-2, responsabile della pandemia di Covid-19. La maggior parte di queste ricerche mostra che è altamente probabile che il coronavirus si sia evoluto in modo naturale, probabilmente iniziando la sua vita all'interno dei pipistrelli.

Un nuovo studio ha dato ancora più credibilità a questa teoria, trovando un parente stretto del SARS-CoV-2 nei pipistrelli. "Dalla scoperta del SARS-CoV-2 ci sono stati numerosi suggerimenti infondati secondo cui il virus abbia origine in laboratorio", afferma il microbiologo della Shandong First Medical University Weifeng Shi.

Questo coronavirus appena scoperto, che il team ha rinominato RmYN02, è stato identificato durante un'analisi di 302 campioni da 227 pipistrelli raccolti nella provincia dello Yunnan, in Cina, nella seconda metà del 2019. Dopo aver analizzato i virus trovati in questi campioni di pipistrelli, il team è stato in grado di scoprire due genomi di coronavirus quasi completi: RmYN01 e RmYN02.

Il virus RmYN01 ha avuto una bassa corrispondenza con il SARS-CoV-2. La gallina delle uova d'oro è stato RmYN02, che condivide il 93.3% del suo genoma con il coronavirus che ci ha recentemente fermato il globo. Inoltre, un particolare gene chiamato 1ab condivide il 97.2% del genoma, la corrispondenza più vicina fino ad oggi.

Trovare nuovi genomi del coronavirus è incredibilmente utile se vogliamo conoscere l'evoluzione del SARS-CoV-2. "Il nostro studio ribadisce che i pipistrelli, in particolare quelli del genere Rhinolophus, siano importanti riserve naturali di coronavirus e attualmente ospitano i parenti più stretti di SARS-CoV-2, sebbene questa immagine possa cambiare con un aumento del campionamento della fauna selvatica", scrive il team dello studio.

Quanto è interessante?
8