Un virus molto simile al SARS-CoV-2 è stato trovato in alcuni pipistrelli della Cambogia

Un virus molto simile al SARS-CoV-2 è stato trovato in alcuni pipistrelli della Cambogia
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli scienziati non hanno mai smesso di cercare l'animale dietro il virus SARS-CoV-2, che ha causato la pandemia da Covid-19. Si ritiene che l'agente patogeno abbia avuto origine nei pipistrelli a ferro di cavallo (genere Rhinolophus), anche se diverse prove suggeriscono che il virus possa essere passato attraverso un altro animale.

Ora, gli scienziati hanno scoperto un "parente" del virus in Cambogia. La ricerca è ancora in corso e non è stata ancora pubblicata su una rivista scientifica. Il team ha scoperto il parente del SARS-CoV-2 in due pipistrelli a ferro di cavallo di Shamel (R. shameli), che sono stati catturati per la prima volta nel 2010, congelati e conservati.

Finora, il team ha sequenziato circa il 70% del genoma del virus, ma devono ancora essere analizzati i geni critici, compresi quelli che contengono istruzioni per costruire la proteina spike che consente al virus di entrare nelle cellule. Un primo esame, però, ha trovato diverse somiglianze tra i due agenti patogeni.

In poche parole, se il virus ritrovato è simile per - almeno - il 97% al SAR-CoV-2, questo sarebbe il "parente" più vicino conosciuto. Attualmente, il parente più vicino conosciuto è il virus RaTG13, che condivide il 96% del suo genoma. Non sappiamo se il virus trovato in Cambogia possa infettare gli esseri umani, ma questa scoperta potrebbe tornarci molto utile poiché potremmo capire l'evoluzione diretta del microrganismo, oltre ad aiutarci ad anticipare le future pandemie.

E ricordate: il pipistrello non deve essere visto con un nostro nemico.

Quanto è interessante?
2