Vitalik Buterin: "Il 90% delle startup finanziate con ICO è destinato a fallire"

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, non ha dubbi: la maggior parte delle ICO sono lanciate da compagnie destinate a fallire. "Ci sono buone idee, altre cattive e moltissime ancora cattivissime", ha infatti detto riferendosi alle startup finanziate con il rilascio di token. "Ah, e non poche sono scam veri e propri".

Buterin, come riporta Futurism.com, ritiene che un buon 90% di queste sia spacciato in partenza. Ma non tutto il male viene per nuocere, se a breve la prima generazione di ICO, come si immagina, giungerà al termine, questo implica che sarà possibile fare un bilancio complessivo; in altre parole, sarà possibile fare tesoro dell'esperienza di chi è caduto per ottimizzare questo strumento a dir poco controverso.

Il problema principale, molte volte, poggia interamente nel valore del token e nelle sue possibilità d'utilizzo. Ok, l'investitore crede nella startup e decide di finanziarla ricevendo in cambio un token, una valuta digitale: ma come si usa? Dove si usa? É convertibile con altre criptovalute? A che condizioni? Tutte domande che spesso e volentieri sono completamente evase dalle startup, rendendo il confine tra legittima raccolta di finanziamenti e truffa molto labile e sottile.

Motivi che hanno portato Cina e Sud Corea a vietare questo strumento. La bella notizia è che per Vitalik è davvero presto per gettare il bambino con l'acqua sporca. Dal palco del ETHWaterloo hackathon ha fatto intendere che le ICO, in futuro, potrebbero essere ottimizzate andando a risolvere quei problemi di trasparenza attualmente presenti e andando a rappresentare un valore vero sia per startup che per investitori.

Quanto è interessante?
2