Vodafone e TIM impugnano la sentenza del TAR sui rimborsi per le fatture a 28 giorni

Vodafone e TIM impugnano la sentenza del TAR sui rimborsi per le fatture a 28 giorni
di

Vodafone e TIM non ci stanno, e secondo quanto appreso dal Movimento Consumatori, avrebbero impugnato la sentenza del TAR sui rimborsi da versare agli utenti entro il 31 Dicembre per i giorni pagati in più a causa della fatturazione a 28 giorni.

Nella giornata di lunedì le due compagnie avrebbero infatti impugnato la decisione del TAR del Lazio, che come vi abbiamo raccontato la scorsa settimana su queste pagine, ha ordinato agli operatori di rimborsare i propri clienti per i giorni in più erosi dal 23 Giugno 2017 al momento in cui si è tornati al sistema di fatturazione mensile. Il TAR ha anche annullato la precedente sentenza dell'AGCOM che aveva intimato TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb a pagare una multa complessiva di 4,4 milioni di Euro (pari ad 1,1 milioni di Euro a testa).

Non ci sta il Movimento Consumatori, come affermato dal segretario generale Alessandro Mostaccio: "abbiamo appreso che Tim e Vodafone, nonostante cause perse e condanne dell’Agcom, confermate dal Tar Lazio, non si arrendono e anche se non sono state ancora pubblicate le motivazioni con le quali il Tar dà ragione all’Autorità, procedono tamburo battente a impugnare una sentenza di cui conoscono solo il dispositivo. Se avevamo ancora qualche speranza che la sentenza del Tar riconducesse a ragione le TELCO, le notizie apprese ci confermano che si continuerà una guerra contro tutti, in cui l'unico obiettivo sarà quello di lasciare l'amministratore delegato di turno con il cerino in mano nel momento in cui (e non manca molto) correranno i titoli di ‘coda’. Ora ci auguriamo che Windtre e Fastweb non seguano le orme di Tim e Vodafone e rispettino le delibere Agcom”.

FONTE: MC
Quanto è interessante?
3

Solo su Amazon.it i migliori smartphone e gli accessori per il tuo telefono a prezzi convenienti, con offerte quotidiane per risparmiare.