Volete portare in alto il numero di follower sui vostri social? Costa solo 299$ al mese

di

Il Daily Beast ha scoperto nuovi pittoreschi risvolti sull'Internet Research Agency — l'azienda russa che sarebbe coinvolta nella produzione di fake account troll con lo scopo di influenzare le elezioni americane. Trai servizi offerti anche una serie di pacchetti per aumentare i propri seguaci virtuali su Instagram e Twitter.

Si sa, siamo in piena like-crazia. I politici oggi misurano il proprio consenso sulla base dei like sulle loro pagine Facebook. E i quotidiani in questo ci sguazzano ampiamente, dedicando un'ampia gamma di articoli e approfondimenti al tema, tra classifiche di chi abbia più sostenitori virtuali, o inchieste su chi siano i più furbetti, avendo acquistato pacchetti di like e follower falsi. Ma non solo, ormai si cerca il pelo nell'uovo anche trai like legittimi, si pensi ai report sui politici che contano il numero più alto di profili inattivi trai sostenitori: account in tutto e per tutto reali, ma che non fanno l'accesso al sito da mesi o anni, e che, in genere, non interagiscono su base quotidiana con i contenuti postati dai leader di partito.

Ma anche le aziende non sono immuni da questa ossessione, ormai se un brand non ha un account su ogni social è fuori dai giochi e su questo si investono sempre più soldi. E se poi aggiungiamo che con i like, tra influencer e youtuber, ci si pagano pure le spese e le bollette, capite bene che la questione è lungi dall'essere marginale. Peraltro, a proposito di youtber e iscritti tarocchi, Yotobi ha proprio di recente rilasciato un interessante (e divertente) video sul tema.

Ecco perché, dopo tutto, non stupisce più di tanto l'ultima scoperta del Daily Beast. La testata, seguendo gli elementi rivelati dalle indagini di Robert Mueller, procuratore speciale per le indagini sul Russiagame, è riuscita a scovare tutta una serie di servizi offerti da aziende russe che propongono boost e facilitazioni per chi cerca like facili. Ad esempio YourDigitalFace.com, per appena 299$ al mese, promette di crearti un nuovo "volto digitale". L'azienda ti crea un profilo nuovo di fiamma su siti come Instagram, premurandosi di curarlo su base quotidiana con almeno due post al giorno. 1.000 like garantiti ogni mese. E sembrerebbe essere proprio un servizio popolare, o almeno così suggerisce il ricco portfolio di clienti della piattaforma scovato sempre dal Daily Beast: decine di account e pagine, alcune delle quali con oltre 180.000 follower.

Ed è proprio spulciando tra questi che è saltata fuori un'altra inquietante rivelazione. Il sito ha notato che molti utenti attivi nelle pagine in questione sono lungi dall'essere sconosciuti. Tra questi, ad esempio, "_black_business_", "American.veterans" e "afrokingdom", tutti account già identificati come fake creati dall'Internet Research Center.

In altre parole, la fabbrica di troll russa ha ben pensato di non buttare via nulla. E così, lo stesso esercito di account fake che, secondo le accuse, avrebbe contribuito a manipolare le elezioni americane a colpi di post diffamatori e hashtag a favore o contro il politico di turno, oggi è stato riciclato in un'operazione di adulazione digitale. A beneficio dell'ego di tutti quei brand o di quegli influencer che, di raggiungere il successo sui social faticando e meritandoselo, proprio non ne vogliono sapere.

Quanto è interessante?
4