Voyager 1 invia dati strani alla NASA: sembrano esserci problemi con telemetria

Voyager 1 invia dati strani alla NASA: sembrano esserci problemi con telemetria
di

A esattamente un anno dalla rilevazione del suono del gas interstellare da parte della sonda Voyager 1, essa stessa torna al centro dell’attenzione perché gli scienziati hanno iniziato a ricevere dati di telemetria molto strani, la cui trasmissione è causata da qualcosa di ancora non ben definito.

A parlarne nelle ultime ore è stata la project manager per Voyager 1 e Voyager 2, suo gemello, Suzanne Dodd. Le dichiarazioni sul sito ufficiale del Jet Propulsion Laboratory della NASA iniziano come segue: “L'esploratore interstellare funziona normalmente, riceve ed esegue comandi dalla Terra, raccoglie e restituisce dati scientifici. Ma le letture del sistema di articolazione e controllo dell'assetto della sonda (AACS) non riflettono ciò che sta effettivamente accadendo a bordo”. Non è stato specificato quando è iniziata la questione o quanto tempo è durata, ma è chiaro che la situazione si sta facendo leggermente misteriosa.

Indagare sul problema sarà complesso, dato che un segnale dalla Terra impiega attualmente 20 ore e 33 minuti per raggiungere Voyager 1, sonda ora situata a 23,3 miliardi di chilometri dalla Terra. Nel frattempo, fortunatamente, Voyager 2 continua a funzionare normalmente e dovrebbe farlo almeno fino al 2025, avvicinandosi così ai 50 anni di attività.

La stessa Dodd ha concluso: “I veicoli spaziali hanno entrambi quasi 45 anni, il che è molto al di là di quanto previsto dai pianificatori della missione. Siamo anche nello spazio interstellare, un ambiente ad alta radiazione in cui nessun veicolo spaziale ha mai volato prima. Ci sono alcune grandi sfide per il team di ingegneri, ma penso che se c'è un modo per risolvere questo problema con l'AACS, il nostro team lo troverà”.

Intanto giungono brutte notizie per il lander InSight, il quale molto probabilmente si spegnerà verso fine 2022.

FONTE: NASA
Quanto è interessante?
2