Il Voyager 2 esce dall'Eliosfera e raggiunge il mezzo interstellare

Il Voyager 2 esce dall'Eliosfera e raggiunge il mezzo interstellare
di

Il Voyager 1 ha un nuovo compagno tra le stelle, è stato raggiunto dal Voyager 2 fuori dalla zona di influenza del Sole. Il team dell'Università dell'Iowa, dopo l'annuncio dello scorso anno, ha confermato il passaggio dall'Eliosfera al mezzo interstellare (InterStellar Medium).

L'Eliosfera è una regione a bolla prodotta dall'influenza del Sole, il vento solare riscalda il plasma e lo rende più caldo e meno denso rispetto all'ISM.

Analizzando i dati prodotti dal Voyager 2 i ricercatori del team dell'Università dell'Iowa hanno capito che il 5 Novembre 2018 la sonda ha attraversato i confini dell'Eliosfera ed è entrata nel mezzo interstellare, la zona che separa i diversi sistemi stellari. È il secondo oggetto prodotto dall'uomo ad uscire dalla zona di influenza del Sole dopo il Voyager 1 nel 2012; i due satelliti sono ancora funzionanti dopo 42 anni dal loro lancio.

La densità del plasma dell'ISM è più alta rispetto a quello caldo prodotto dal vento solare; gli strumenti installati sul satellite hanno registrato questo brusco cambiamento, segno della definitiva uscita dalla zona di influenza del Sole.

"L'idea che il vento solare diminuisca gradualmente mentre entra nel mezzo interstellare è semplicemente falsa" dice Don Gurnett, autore dello studio. "Abbiamo dimostrato con il Voyager 2, e precedentemente con il Voyager 1, che c'è un confine preciso. È sorprendente come i fluidi, incluso il plasma, formino dei confini."

Il Voyager 2 è entrato nell'ISM a circa 18 miliardi di km dal Sole, circa alla stessa distanza del Voyager 1; questo implica che l'Eliosfera sia effettivamente di forma sferica. Un'ulteriore informazione riguarda lo spessore di questa zona, che sembra essere variabile. Gli ultimi dati provenienti dal Voyager 1 indicano che la densità è ancora in crescita.

"Le due sonde Voyager sopravviveranno alla Terra," dice il Professor Bill Kurth, co-autore dello studio. "Saranno sulla loro orbita intorno alla galassia per 5 miliardi di anni e la loro probabilità di tornare è pari a zero".

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
8