WhatsApp, cosa sono i backup criptati end-to-end? Tra Drive e iCloud

WhatsApp, cosa sono i backup criptati end-to-end? Tra Drive e iCloud
di

In seguito alle prime avvisaglie relative all'arrivo della crittografia end-to-end per i backup di WhatsApp, alla fine la funzionalità è stata svelata come si deve a livello ufficiale.

Stando anche a quanto riportato da 9to5Mac ed Engadget, nonché come annunciato da Facebook tramite il suo blog ufficiale, la novità è pensata per proteggere ulteriormente i dati degli utenti. Infatti, nonostante la crittografia end-to-end sia stata implementata di default su WhatsApp circa 5 anni fa e abbia protetto, stando ai dati diffusi ufficialmente, 100 miliardi di messaggi al giorno per 2 miliardi di utenti, finora questo livello di sicurezza non era stato raggiunto per quel che concerne i backup.

In parole povere, WhatsApp ha deciso di implementare la crittografia end-to-end anche per quel che riguarda i backup effettuati dagli utenti su Google Drive o Apple iCloud. Questo significa, per farla breve, che i dati saranno criptati e quindi resi "illeggibili" anche per WhatsApp, Google e Apple (si fa riferimento a questi ultimi in quanto fornitori del servizio su cui vengono caricati i backup).

Gli utenti hanno la possibilità di scegliere una password o una chiave crittografica di 64 cifre per rendere "illeggibili" i dati da parte di terzi e impostare un ulteriore grado di sicurezza. La funzionalità è attualmente in fase di rollout "lento" sia per Android che per iOS.

FONTE: Facebook
Quanto è interessante?
3
WhatsApp, cosa sono i backup criptati end-to-end? Tra Drive e iCloud