WhatsApp, sospesi in Brasile i pagamenti tramite app

WhatsApp, sospesi in Brasile i pagamenti tramite app
di

La nuova feature che permette agli utenti di pagare e trasferire denaro via WhatsApp è stata sospesa in Brasile dalla Banca Centrale. Questa decisione è stata presa dopo appena una settimana dall’implementazione della funzione nel servizio di messaggistica di Facebook per motivi legati alla concorrenza.

Le leggi del mercato sono molto rigide in materia e per questo la banca brasiliana ha deciso di bloccare momentaneamente i pagamenti tramite app per verificare se possono mettere a rischio l’economia del paese.

L’utilizzo di WhatsApp per trasferire denaro tra individui e pagare merci e servizi alle aziende, considerate le commissioni del 4% in quest’ultimo caso, potrebbero colpire soprattutto le piccole e medie imprese locali. Per questo ora la Banca Centrale ha avviato ulteriori indagini riguardo la bontà del progetto.

La beta lanciata nel 2018 in India si rivelò altrettanto complessa e Facebook rimase delusa dal mancato raggiungimento dei suoi obiettivi, ovvero un lancio nazionale entro la fine dell’anno. L’esperienza ora sembra ripetersi in Brasile, mentre in Messico i test continuano senza problemi. La Banca Centrale brasiliana avrebbe soprattutto chiesto a Mastercard e Visa di bloccare pagamenti e trasferimenti di denaro tramite l’app durante le analisi ufficiali.

A Bloomberg WhatsApp avrebbe comunicato che il loro obiettivo rimane lo stesso, ovvero “offrire pagamenti online a tutti gli utenti WhatsApp in Brasile, collaborando con partner locali e la Banca Centrale”. I provvedimenti presi dalle autorità hanno comunque sorpreso l’azienda, che ora dovrà attendere solo un verdetto ufficiale.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
2