WhatsApp sta testando nuovi modi per proteggere gli utenti dai messaggi di spam

di

Lo spam è ormai molto diffuso su ogni social e mezzo di comunicazione. WhatsApp, che è al momento il servizio di messaggistica più diffuso, non ne è per nulla, purtroppo, immune.

Su WhatsApp lo spam si manifesta sotto forma di contatti sconosciuti che ad esempio aggiungono l’utente a nuovi gruppi o che oppure, riempiono l’utente di fastidiose “catene” non veritiere e assolutamente fastidiose. Da tempo è però consentito agli utenti di segnalare contatti ritenuti spam, destinati ad essere bloccati dopo aver ricevuto una serie di segnalazioni. Tuttavia questa funzionalità non sembra arginare il problema, motivo per cui la società sta testando nuovi metodi per cercare di limitare il problema.

Una nuova tecnica, vede la presenza di un avviso, che apparirà sopra ai messaggi di spam, finalizzato ad informare che quel dato contenuto sia già stato inoltrato molte volte. In particolare, il numero massimo per cui un messaggio potrà essere inoltrato senza che l’allerta venga visualizzata è di 25 volte. Per aggirare questo limite, WhatsApp consiglia di creare una lista broadcast, a cui inviare contemporaneamente uno stesso messaggio, poichè quest'ultima permette agli spammer, coi loro messaggi, di raggiungere solo coloro che posseggono il numero di telefono del mittente nella propria rubrica.

La nuova funzionalità è ancora in fase di test e potrebbe essere migliorata, modificata o addirittura eliminata. Per il momento rimane confortevole pensare che il team di sviluppo stia lavorando per proteggere i propri utenti da messaggi fastidiosi e fuori luogo.

Quanto è interessante?
4