Wi-Fi 7, Intel si lascia sfuggire una finestra di rilascio: occhi puntati al 2024

Wi-Fi 7, Intel si lascia sfuggire una finestra di rilascio: occhi puntati al 2024
di

Dopo aver scoperto che il Wi-Fi 7 sarà un miglioramento a 360° rispetto al Wi-Fi 6, scopriamo finalmente quando potremo mettere le mani sui primi dispositivi che supporteranno il nuovo standard di connessione. Ebbene, benché molti pensassero che tali device sarebbero arrivati già nel 2023, Intel ha confermato il loro arrivo nel 2024.

Eric McLaughlin, il Vice Presidente della divisione Wireless Solutions di Intel, ha spiegato durante un summit in Asia che "stiamo attualmente sviluppando lo standard Wi-Fi 802.11be di Intel per ottenere la certificazione della Wi-Fi Alliance. Dopo aver ottenuto la certificazione, installeremo lo standard su prodotti del settore PC come i laptop, a partire dal 2024".

A riportare le parole di McLaughlin è ETNews, che aggiunge anche che il dirigente Intel avrebbe confermato che "l'arrivo nei mercati di massa è previsto per il 2025", lasciando intendere che ci vorranno almeno altri due anni e mezzo prima che il Wi-Fi 7 si stabilisca come standard sostitutivo del Wi-Fi 6 e dei suoi predecessori.

Secondo Intel, i miglioramenti nella velocità delle connessioni Wi-Fi garantiti dal Wi-Fi 7 permetteranno di utilizzarlo in una pletora di applicazioni, tra cui la realtà aumentata, la realtà virtuale e la robotica. Lo stesso ottimismo sembra poi essere condiviso da diversi produttori legati al nuovo standard per le connessioni wireless, come Qualcomm, Broadcom e MediaTek, mentre la stessa Intel ha spiegato di essere intenzionata a "costruire forti partnership con varie compagnie globali per garantire più prodotti legati al Wi-Fi 7".

Infine, nonostante il Wi-Fi 7 abbia velocità doppia rispetto al Wi-Fi 6E, pare che nei prossimi mesi le sue performance potranno migliorare ulteriormente: McLaughlin, infatti, ha anche spiegato che "dal momento che manca ancora un anno al rilascio dello standard Wi-Fi 802.11be, c'è la possibilità di migliorare ulteriormente le velocità di trasmissione ed elaborazione dei dati".

FONTE: ETNews
Quanto è interessante?
1