Wind Tre: le offerte "per sempre" finiscono sotto la lente dell'AGCM

di
INFORMAZIONI SCHEDA
L’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, nel bollettino del 13 Novembre ha annunciato l’apertura di un’istruttoria nei confronti della società Wind Tre, per le presunte pratiche commerciali scorrette generate da alcune variazioni contrattuali applicate alle offerte All In “per sempre”, attive dal 2013 al 2017.

Nell’istruttoria si legge che Wind avrebbe posto in essere due pratica commerciali scorrette, che consistono nella promozione di offerte della gamma All in (in particolare All in Small, All in Medium e All in Large, All in Vip, All in 400, All in Plus Edition 2014, All in Plus 400, All in Plus 200, All in One, All in Pack Home Edition, All in Nine Limited Edition) per una durata contrattuale minima (24/30 mesi), che sono state successivamente sottoposte a modifiche contrattuali unilaterali che sarebbero state effettuate, nel caso delle offerte “per sempre”, a partire dal 2014 sino a quelle più recenti, che hanno interessato anche le offerte con durata minima.

Sotto la lente è finita anche l’attribuzione di addebiti ingiustificati (es. restituzione degli sconti in tariffa) o la minaccia da parte dell’operatore di applicarli in caso di recesso a seguito delle modifiche contrattuali unilaterali effettuate dal Professionista nel periodo 2015-2017 nei confronti dei clienti di telefonia mobile che avevano attivato nel periodo 2015-2017 le offerte All in con vincolo di durata (24/30 mesi) per fruire di sconti promozionali per i servizi UMTS o dell’acquisto abbinato di un terminale con pagamento rateizzato.

FONTE: AGCM
Quanto è interessante?
2