Windows 10 20H2 raggiunge fine servizio: cosa significa per gli utenti?

Windows 10 20H2 raggiunge fine servizio: cosa significa per gli utenti?
di

La fine di Windows 10 si avvicina lentamente tra gli utenti che ancora vi si affidano: mentre Windows 11 si aggiorna con il Patch Tuesday di maggio 2022, Microsoft ha confermato che da oggi nel medesimo periodo più edizioni di Windows 10 20H2 e Windows 10 1909 hanno raggiunto la fine del servizio. Cosa significa per gli utenti?

Come visibile dalla pagina dedicata sul blog Microsoft, a partire da queste giornate i computer che eseguono tali edizioni di Windows 10 non riceveranno più aggiornamenti mensili di sicurezza e qualità, ovverosia saranno meno protetti dalle ultime minacce informatiche. Il consiglio rimane quindi quello di effettuare l’aggiornamento a una delle versioni successive di Windows 10; anzi, la stessa società di Redmond forzerà la distribuzione di Windows 10 21H2 su dispositivi consumer e aziendali.

Le versioni di W10 interessate sono Windows 10 Home, Pro, Pro Education e Pro for Workstations, mentre le edizioni Enterprise, Education e IoT Enterprise raggiungeranno la fine del servizio solo il prossimo anno, il 9 maggio 2023. In tale data, dunque, si avvierà il passaggio definitivo da Windows 10 20H2 a un aggiornamento più recente, fino a quando Microsoft non costringerà l’aggiornamento a Windows 11 tramite Windows Update. Si tratterà di una data forse epocale, dato che una moltitudine di computer desktop e laptop non potrà accedervi a causa degli stretti criteri di idoneità, specialmente la necessità del TPM 2.0.

Tutto ciò che dovete sapere a oggi è che è meglio aggiornare i vostri dispositivi all’ultima versione di Windows 10 o direttamente a Windows 11, cosicché possiate essere sempre al sicuro e accedere alle ultime funzionalità disponibili sul popolare sistema operativo per computer.

Tornando dunque su Windows 11, a quanto pare l’ultimo Patch Tuesday reca molti problemi a varie app.

FONTE: Microsoft
Quanto è interessante?
4