Windows 10: l'ultimo aggiornamento causa un elevato utilizzo della CPU

Windows 10: l'ultimo aggiornamento causa un elevato utilizzo della CPU
di

Microsoft ha da poco rilasciato la versione KB4512941 di Windows 10, che può essere scaricata da Windows Update. L'aggiornamento include vari fix, che vanno a correggere dei problemi noti come quelli con la SandBox e con le connessioni con il desktop da remoto. Tuttavia, in molti hanno lamentato alcuni seri problemi dopo l'installazione.

Secondo vari rapporti pubblicati sui forum ufficiali, a seguito dell'installazione dell'aggiornamento il sistema operativo avrebbe aumentato in maniera importante l'utilizzo della CPU, che compromette ovviamente le prestazioni complessive dei computer.

Il colpevole del problema sembra essere una versione corrotta di Cortana, che sarebbe stata inclusa erroneamente nella build. Il processo che causa l'elevato uso della CPU è infatti SearchUI.exe, che ha registrato un aumento del consumo di circa il 30-40 percento nel Task Manager.

"Dopo aver installato l'aggiornamento KB4512941, il processo SearchUI.exe utilizza costantemente più di 200 megabyte di memoria della CPU" racconta un utente sul FeedbackHub di Microsoft.

"Cortana utilizza costantemente oltre il 35% della CPU e 150MB di memoria, come riportato il Task Manager. Nonostante ciò, l'utilizzo del pulsante Cerca accanto al menù Start apre una finestra di dialogo che non visualizza alcun elemento quando si inserisce una query di ricerca, anche dopo aver atteso diversi minuti" segnala un altro.

Secondo quanto affermato, però, alcuni tester avrebbero segnalato il problema prima che Microsoft procedesse con la distribuzione dell'aggiornamento.

Alcuni utenti però hanno già diffuso alcuni metodi homebrew per far rientrare il disservizio.

Il più efficace consiste nell'eliminazione di una chiave di registro, che impedisce alla ricerca nel menù Start di inviare query di ricerca locali a Bing:

  • ComputerHKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindowsCurrentVersionSearch
  • Reg Name: BingSearchEnabled
  • Reg Value: 0

In alternativa è consigliabile disinstallare l'aggiornamento tramite l'apposito pannello.

Microsoft almeno al momento non ha diffuso alcuna dichiarazione a riguardo.

FONTE: WL
Quanto è interessante?
7
Windows 10: l'ultimo aggiornamento causa un elevato utilizzo della CPU