Windows 10, un bug può danneggiare l'hard disk: Microsoft corre ai ripari

Windows 10, un bug può danneggiare l'hard disk: Microsoft corre ai ripari
di

Grave bug per Windows 10, in cui è stato scoperto un problema che può potenzialmente danneggiare le unità formattate in NTFS, accedendo ad un determinato percorso o aprendo un file appositamente creato. Il problema è già noto da qualche mese, ma Microsoft sta correndo ai ripari con un fix.

Del bug di Windows 10 avevamo parlato nel mese di Gennaio a seguito della pubblicazione del rapporto da parte di Bleeping Computer. E' stato però successivamente scoperto che quesi tutti gli utenti, inclusi quelli con privilegi bassi, possono danneggiare un disco rigido formattato in NTFS con un solo comando tramite prompt. Quando si esegue, il sistema operativo tenta di accedere al percorso di continuo e la procedura si conclude con il messaggio d'errore che "il file o la directory è danneggiata e illeggibile".

Un test eseguito da Bleeping Computer ha dimostrato che il codice può anche essere nascosto tramite un file di collegamento di Windows, un archivio zip, file batch o altri vettori.

Windows 10, nel momento in cui rileva che il disco rigido è danneggiato, chiede all'utente di riavviare e di eseguire chksk per riparare il disco rigido, senza però dare esito positivo.

Microsoft, che ha già pubblicato il bug fix sul programma Insider, spiega che l'unità non è danneggiata sul serio e chksk dovrebbe risolvere il problema, ma le segnalazioni giunte in rete non sono confortevoli e riferiscono che non ripara nulla.

La patch si limita a segnalare che "il nome della directory non è valido" e non contrassegna più il volume NTFS come danneggiato. La distribuzione pubblica dovrebbe avvenire prossimamente.

Quanto è interessante?
6