Windows 10, Microsoft conferma due pericolosi bug nell'ultimo aggiornamento

Windows 10, Microsoft conferma due pericolosi bug nell'ultimo aggiornamento
di

Il May 2020 Update di Windows 10 ha dato problemi a Microsoft e agli utenti sin da quando è stato rilasciato. Negli ultimi giorni sono emersi due bug che non sono stati individuati in fase di test e che impediscono la corretta esecuzione di due feature molto importanti che proteggono il computer da possibili attacchi informatici.

Le due feature in questione sono Windows Sandbox, introdotta un anno fa e che permette di verificare in un ambiente virtuale isolato applicazioni, software e link sospetti di contenere virus o malware al loro interno; e Windows Defender Application Guard (WDAG), necessario per mantenere il PC al sicuro da attacchi informatici.

I bug riguardano sia la recente versione 2004 di Windows 10 che le precedenti 1909 e 1903, e consistono nell’impossibilità per l’utente di aprire le due applicazioni. Ecco gli errori in questione e i loro codici: ERROR_VSMB_SAVED_STATE_FILE_NOT_FOUND (0xC0370400), oppure E_PATHNOTFOUND (0x80070003).

Come comunicato ufficialmente da Microsoft il 24 luglio 2020, il modo più semplice per risolvere questi bug in attesa di un fix ufficiale nel prossimo aggiornamento è riavviare il computer. Ciò non toglie che il problema possa ripresentarsi in seguito.

In precedenza, a causa dello stesso May 2020 Update, Microsoft ha dovuto risolvere un altro grave bug che bloccava ogni tipo di connessione a Internet. Non solo, ma ha rilasciato altri aggiornamenti cumulativi per risolvere diversi problemi.

FONTE: Microsoft
Quanto è interessante?
3