Windows 10, Microsoft conferma i problemi e bug dell'October Update

Windows 10, Microsoft conferma i problemi e bug dell'October Update
di

A poche settimane dal lancio dell’aggiornamento Windows 10 20H2, Microsoft ha confermato i fastidiosi bug che provocano diversi problemi agli utenti che l’hanno installato. Per questo motivo, il colosso di Redmond consiglia di effettuare il downgrade e tornare alla versione precedente di Ten.

Ai problemi di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, riguardanti la comparsa di Blue Screen of Death e riavvii forzati, se ne sono aggiunti altri con gli SSD.

Microsoft ed Intel infatti hanno riscontrato alcuni problemi di compatibilità con alcuni SSD NVMe: Microsoft è immediatamente corsa ai ripari ed ha sospeso la distribuzione del pacchetto sui sistemi interessati. Questo disservizio provoca la comparsa di Blue Screen of Death ed altri problemi come riavi continui o blocchi dei PC.

Microsoft sconsiglia di utilizzare il Media Creation Tool e programmi simili sui dispositivi su cui non viene visualizzato l’aggiornamento in Windows Update. E’ anche consigliata la disattivazione degli aggiornamenti automatici per riattivarli solo al momento della risoluzione.

Per coloro che hanno già aggiornato i dispositivi e che sono incappati in uno di questi errori, viene consigliata la disinstallazione del pacchetto.

Confermato anche il bug per cui Windows 10 chiede in maniera casuale di disconnettessi e riavviare forzatamente alcuni sistemi a causa di un problema con due processori. Anche in questo caso Microsoft ha applicato il blocco necessario sui dispositivi interessati, ma è comunque necessario rimuovere l’update.

Quanto è interessante?
6