Windows 10, Microsoft rinnova lo storico Blocco note: ecco le novità

Windows 10, Microsoft rinnova lo storico Blocco note: ecco le novità
di

Microsoft ha ufficialmente rilasciato una versione rinnovata del Blocco note per Windows 10. Non si tratta semplicemente di un restyling grafico, ma ci sono anche delle novità molto attese da parte degli utenti che si affidano a questo editor di testo.

In particolare, stando anche a quanto riportato da MSPowerUser e come potete vedere sul Microsoft Store italiano, l'azienda di Redmond ha rinnovato il suo storico software, a partire dall'icona del programma. Microsoft descrive in questo modo la nuova versione del Blocco note (che nello store viene chiamata "Windows Notepad"): "Blocco note è stato l'editor di testo semplice e veloce di Windows per 30 anni e ora è disponibile nel Microsoft Store. Visualizza, modifica e cerca nei documenti in testo normale e nei file di codice sorgente in modo istantaneo".

Per poter installare il rinnovato Blocco Note, è necessario disporre della versione 19541.0 o successiva di Windows 10. Nel caso aveste una versione più datata del sistema operativo, il Microsoft Store vi avvertirà e vi chiederà di aggiornare il vostro computer.

In ogni caso, elenchiamo di seguito le principali novità introdotte in Blocco Note.

  • Migliorie per la funzione di ricerca e sostituzione delle parole. Blocco Note è ora in grado di ricordarsi l'ultima ricerca e inserire il testo selezionato direttamente all'interno dell'apposita finestra;
  • Si può fare lo zoom del testo. Per effettuare quest'operazione, basta recarsi nel percorso Visualizza > Zoom, ma si possono usare anche le combinazioni di tasti Ctrl e + o - oppure Ctrl e rotella del mouse;
  • Aggiunta la possibilità di visualizzare il numero di riga e di colonna anche quando è attiva la funzionalità per andare a capo automaticamente;
  • È stata cambiata l'icona del programma;
  • Si può usare Ctrl + backspace per cancellare la parola precedente;
  • Migliorate le prestazioni nell'apertura dei file di elevate dimensioni;
  • Sono state effettuate altre migliorie secondarie, che risolvono alcuni piccoli "problemi" riscontrati dagli utenti nel corso degli anni.

Insomma, l'azienda di Redmond ha finalmente "messo mano" al suo Blocco note, rilasciandolo sul Microsoft Store.

Quanto è interessante?
9
Windows 10, Microsoft rinnova lo storico Blocco note: ecco le novità