Windows 10 October Update: Microsoft aggiorna i requisiti minimi per l'installazione

Windows 10 October Update: Microsoft aggiorna i requisiti minimi per l'installazione
di

La scorsa settimana ha visto la luce, prima della sospensione a causa dei problemi collegati alla cancellazione dei file, il Windows 10 October Update (1809). A quanto pare però l'aggiornamento è ancora vivo e l'azienda ha aggiornato i requisiti minimi per l'installazione.

La modifica più importante è rappresentata dal fatto che ora supporta lo Snapdragon 850 di Qualcomm. Per le versioni standard, Windows 10 1809 supporta ufficialmente i processori Intel Core fino all'ottava generazione (ma probabilmente anche di nona) e gli attuali CPU Atom, Celeron e Pentium.

Per quanto riguarda la famiglia AMD, sono supportati processori fino alla settima generazione (serie A-Ax-9xxx, serie E Ex-9xxx e FX-9xxx), Athlon 2xx e Ryzen 2xxx. A questi si aggiunge ovviamente lo Snapdragon 850 di Qualcomm di cui vi abbiamo parlato sopra.

Per Windows 10 Pro for Workstations and Enterprise, è stato implementato il supporto anche alle CPU Xeon di settima generazione di Intel ed i chip Opteron ed EPYC di AMD.

Doveroso notare che lo Snapdragon 850 non è supportato dalla nuova versione LTSC (Long-Servicing Channel) di Windows 10 Enterprise.

Non sono state modificate le opzioni per IoT Core di Windows 10 (SAC ed LTSC), nonostante sia in arrivo il supporto ai processori NPX, comprese le famiglie i.MX 6,7 ed 8M. Windows 10 IoT Enterprise supporta i processori Intel Core fino all'ottava generazione, Atom, Celeron e Pentium, insieme ai chip AMD di settima generazione e Ryzen.

Infine, Windows Server 2019 è supportato sui processori Intel fino alla settima generazione, inclusi Core, Celeron, Pentium, Atom e gli Xeon. I chip AMD supportati da Windows Server 2019 includono anche i chip di settima generazione, Ryzen ed EPYC.

FONTE: Neowin
Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it