Windows 10 riceverà meno aggiornamenti a dicembre, ecco perché

Windows 10 riceverà meno aggiornamenti a dicembre, ecco perché
di

L’aggiornamento cumulativo di Windows 10 chiamato anche Patch Tuesday del mese di novembre, dedicato come da prassi alla risoluzione degli ultimi problemi di sicurezza segnalati dagli utenti o scoperti da Microsoft, potrebbe essere uno degli ultimi dell’anno: lo ha affermato l’azienda stessa, chiarendo anche le motivazioni dietro questa scelta.

Stando a quanto riportato anche dai colleghi di Windows Latest, il colosso di Redmond ha scelto di sospendere il lancio di aggiornamenti d’anteprima opzionali nel mese di dicembre 2020 per dedicarsi soltanto a “operazioni minime” con priorità ai problemi di sicurezza più importanti, lasciando gli ingegneri a godersi delle meritate vacanze natalizie dopo un’annata in cui i computer e Internet sono stati i migliori amici di studenti, lavoratori e non solo.

L’annuncio è stato dato in un documento di supporto, dove si legge: “A causa delle operazioni minime durante le vacanze e il prossimo Capodanno occidentale, non ci saranno versioni in anteprima per il mese di dicembre 2020. La manutenzione mensile riprenderà con le versioni di sicurezza di gennaio 2021”. Insomma, gli update opzionali della terza e quarta settimana di ogni mese verranno sospesi e riprenderanno soltanto a inizio anno nuovo. Mettendo in pausa altri aggiornamenti di questo tipo, l’azienda disporrà di forza lavoro sufficiente per garantire maggiore stabilità degli aggiornamenti di sicurezza e fornendoli tempestivamente, non come è successo ultimamente con patch anche maggiori come l’October 2020 Update, detto anche Windows 10 20H2 e pieno di problemi come Blue Screen of Death e riavvii forzati. Durante le festività natalizie, è ancora più importante che gli aggiornamenti di Windows procedano senza intoppi.

Ricordiamo inoltre che anche Intel ha rilasciato i nuovi driver Intel DCH 27.20.100.8935 per Windows 10, dedicati alla risoluzione di numerosi bug come perdite di fotogrammi e interruzioni del feed in servizi di streaming di video come YouTube e Twitch, o anche anomalie grafiche in giochi come Forza Horizon 4, Doom Eternal e World of Warcraft.

Quanto è interessante?
4